Milan, annunciati primi “Champions of Equity” del manifesto Respact
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sono i tre velocisti Tommie Smith, John Carlos, Peter Norman, protagonisti della protesta alle Olimpiadi di Città del Messico ’68 simbolo del novecento, i primi tre “Champions of Equity“. Il Milan intende far conoscere così le storie di chi ha dato un contributo significativo alla promozione della tolleranza e dell’inclusione, a livello internazionale.

Milan, “Champions of Equity”

L’iniziativa, che partirà sabato 3 aprile in occasione del match Milan-Sampdoria, rientra nel più ampio Manifesto programmatico per l’equità sociale, l’uguaglianza e l’inclusività RESPACT – annunciato dal Club già alla fine dello scorso anno -, che concretizza la visione a lungo termine della società, da sempre impegnata nella condivisone dei valori positivi dello sport, per mitigare ogni forma di pregiudizio e discriminazione. In particolare, la campagna di comunicazione sarà live durante le partite casalinghe di AC Milan attraverso i canali digitali e social media del Club, oltre che allo Stadio (con comunicazioni dedicate su LED a bordocampo e megaschermo).

Respact

In particolare, “Champions of Equity” è parte di una delle quattro direttrici del piano azioni di Respact – quella della Sensibilizzazione – attraverso cui il Club fa emergere i temi e le questioni sociali rilevanti, come il razzismo, le diverse forme di diversity e la tutela dei diritti delle minoranze, facendo leva sulla propria piattaforma globale e sulla forza del proprio brand.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi