Waterpolo Milano Metanopoli ancora ko, sconfitta di misura con la Roma
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Milano Metanopoli si è tuffata in acqua alla ‘Cozzi’ di Milano per la seconda gara del torneo playout di A1 contro la Roma Nuoto, dopo due rinvii a causa del Covid-19. I milanesi hanno perso di misura contro la Roma Nuoto. Risultato di 11-10 per la Roma che vince la prima partita dei playout e sale a quota 3 punti. Per la Metanopoli, invece, è la seconda sconfitta in altrettante sfide e resta all’ultimo posto ferma a 0 punti insieme alla Lazio. Settimana prossima, le due squadre saranno proprio l’una contro l’altra a Roma, in un match fondamentale per la salvezza.

Milano Metanopoli in svantaggio alla fine del secondo tempo

Nel primo tempo, partono benissimo i gialloblù che, dopo nemmeno un minuto (49”), passano in vantaggio grazie alla rete di Ravina. Tra il 4’ e il 6’, la Roma vanifica il buon inizio della Milano Metanopoli con Ciotti e con Nikola Vavic (superiorità numerica), ribaltando il risultato. Ma, al 7’, i ragazzi di coach Fabio Gambacorta trovano il gol con Baldineti, sempre con uomo in più, che praticamente annulla la prima frazione di gioco (2-2).

Nel secondo tempo, invece, i padroni di casa vengono colpiti a freddo da Casasola che, dopo soli 90”, riporta in vantaggio i giallorossi in superiorità numerica. La risposta dei milanesi arriva all’inizio del 6’ con Brambilla che mette il 3-3, ma 18” più tardi anche Marko Vavic s’iscrive al match. Un minuto dopo, Milano Metanopoli approfitta di una superiorità numerica con Giovanni Bianco e, a 40” dal fischio dell’arbitro, Spione segna la rete che permette ai laziali di andare al riposo sul 5-4.

Al fischio finale sorride la Roma

Nel terzo tempo i ragazzi di coach Gambacorta stravolgono la partita in meno di due minuti. Prima Ravina (30”) e poi Alessandro Di Somma (1’19”) riportano avanti i gialloblù. Esattamente tre giri di orologio più tardi, Marko Vavic mette a segno una doppietta – inframezzata dal calcio di rigore di Jack Lanzoni – che, a poco più di un tempo dalla fine della gara, mette tutto in parità (7-7).

Nel quarto e decisivo tempo, la sfida diventa una battaglia. La Metanopoli spara il primo colpo al primo minuto con Lanzoni e la Roma risponde subito con Marko Vavic, vero protagonista di tutta la gara. Ennesima botta dei gialloblù, stavolta tocca a Monari (2’50”), ed ennesima risposta immediata dei giallorossi, sempre con Marko Vavic. Non si fermano i fratelli statunitensi e nella seconda metà della frazione un gol di entrambi, prima Nikola e poi Marko (sei reti per lui) vanificano il gol di Busilacchi. Al fischio finale, gioiscono i laziali.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-ROMA NUOTO 10-11

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Ferrari, Baldineti 1, A. Brambilla 1, L. Bianco, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 2, Monari 1, G. Bianco 1, Busilacchi 1, Cimarosti, Caliogna, Cavo. All. Gambacorta.

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 1, M. Vavic 6, F. Faraglia, P. Faraglia, Di Santo, De Robertis, N. Vavic 2, Boezi, Casasola 1, Spione 1, Tartaro, Maiolatesi. All. Tafuro.

Arbitri: Bianco e Pinato.

Note – Parziali 2-2, 2-3. 3-2, 3-4. Usciti per limite di falli De Robertis (R) e L. Bianco (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Metanopoli Sport 2/9 + 1 rig.; Roma 6/10. Nel quarto tempo M. Vavic (R) sbaglia un rigore (palo) e Lanzoni (M) fallisce un rigore.

Avatar
News Reporter

2 thoughts on “Waterpolo Milano Metanopoli ancora ko, sconfitta di misura con la Roma

  1. Vi prego, non potete scrivere “calcio” di rigore in un articolo che parla di pallanuoto.

  2. Gentilissimo Roberto, mi sono confrontata anche con l’ufficio stampa per quel ‘calcio di rigore’. Con mia grande sorpresa mi hanno confermato che è possibile metterlo. Grazie per l’attenzione che metti nel leggere i pezzi e per la segnalazione. Un saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi