Milano Metanopoli strapazza la Lazio al Foro Italico, primo passo verso la salvezza
Condividi l'articolo

La Milano Metanopoli strapazza la Lazio Nuoto al Foto Italico nella gara valida per la terza gara del playout di A1. Le due squadre sono i fanalini di coda del girone valido per la permanenza nel campionato di A1. Il risultato finale è di 6-8 per la Metanopoli, che vince la prima partita del torneo salvezza e sale a quota 3 punti, lasciando all’ultimo posto proprio la Lazio. Settimana prossima, altra sfida fondamentale per la permanenza in A1: alla “Cozzi” di Milano, arriva la RN Florentia, sconfitta sia in casa (11-5) il 28 novembre, sia in trasferta (8-9) il 30 gennaio.

Milano mostra grinta e carattere

Nel primo tempo, grande inizio della Milano Metanopoli che si guadagna un rigore dopo soli due minuti, ma Di Somma si fa ipnotizzare da Soro che respinge la sua conclusione. A questo punto, la Lazio capisce che è giunto il momento di colpire gli ospiti e, nel giro di 45 secondi, rifila due reti ai gialloblù. I ragazzi di coach Gambacorta reagiscono immediatamente grazie a un penalty trasformato da capitan Lanzoni soltanto 16 secondi dopo l’uno-due dei biancocelesti (2-1).

Nella seconda frazione, la squadra di coach Sebastianutti prova a prendere subito il largo con la rete di Vitale (uomo in più). Ma, i milanesi, tre minuti più tardi, accorciano le distanze, stavolta con l’altro centrovasca Cimarosti, sfruttando per la prima volta la superiorità numerica. Passano 30 secondi e prima Caponero riporta la Lazio sul +2, poi Lanzoni sigla la doppietta personale ristabilendo il -1. A un solo secondo dal riposo, il bomber della Metanopoli infila la porta biancoceleste con un gol pesantissimo (tripletta) che sposta l’inerzia della partita dalla parte dei gialloblù e, in pratica, vanifica la prima metà di gara (4-4).

Milano Metanopoli prende il largo nel quarto tempo

Pronti, via col terzo tempo e, dopo quasi sei minuti di studio e di equilibrio, gli ospiti mettono a segno un uno-due pugilistico che li porta per la prima volta a condurre la gara, a 5.38 Brambilla e a 6.27 Bianco. Si conclude una terza frazione in cui la Milano Metanopoli ha difeso con le unghie e coi denti, mantenendo la propria porta inviolata (4-6).

Nel quarto e ultimo tempo, i ragazzi di coach Gambacorta prendono il largo e si portano a casa i 3 punti anzitempo. Come nel terzo tempo, i milanesi sferrano un uno-due che, stavolta, è da kappaò: a 3.11 s’iscrive alla partita anche il centroboa Giovanni Bianco e a 4.08 chiude il match Brambilla con la doppietta personale. Inutili ai fini del risultato i due gol di Leporale (tripletta) nell’ultimo minuto di gara.

LAZIO NUOTO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 6-8

LAZIO NUOTO: Soro, Provenziani, Colosimo, Tarquini, Vitale 1, Marini, Caponero 1, Antonucci 1, Leporale 3, Narciso, Maddaluno, Bobbi, Moscardelli. All. Sebastianutti.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Ferrari, Baldineti, A. Brambilla 2, L. Bianco 1, A. Di Somma, Ravina, Lanzoni 3, Monari, G. Bianco 1, Busilacchi, Cimarosti 1, Caliogna, Cavo. All. Gambacorta.

Arbitri: Gomez e Calabrò.

Note – Parziali 2-1, 2-3. 0-2, 2-2. Nel primo tempo a 2.01 Soro (L) para un rigore ad A. Di Somma (M). Nessuno uscito per limiti di falli. Superiorità numeriche: Lazio 2/7, Metanopoli 2/8 + 2 rigori.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi