Milano Boxing Night, tutte le parole dei protagonisti
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ ormai tutto pronto per la Milano Boxing Night che avrà luogo venerdì 16 aprile, a porte chiuse, all’Allianz Cloud. Organizzata da Opi Since 82-Matchroom-DAZN e trasmessa in diretta streaming da DAZN, la manifestazione offrirà due match con in palio un titolo. Nel clou Fabio Fabio Turchi (18-1 con 13 KO) sfiderà il campione di Francia Dylan Bregeon (11-0-1 con 3 KO) per il vacante titolo dell’Unione Europea dei pesi massimi leggeri sulla distanza delle 12 riprese. I pesi supermedi Ivan Zucco (12-0 con 10 KO) e Luca Capuano (11-0 con 2 KO) si contenderanno il vacante titolo italiano sulla distanza delle 10 riprese. Francesco Patera (23-3 con 8 KO) e l’ucraino Vadislav Melnyk (13-3 con 8 KO) avrebbero dovuto affrontarsi il vacante titolo Silver WBC dei pesi leggeri, ma un componente del team di Melnyk è risultato positivo al Covid-19 e quindi la sfida è stata annullata. Gli organizzatori hanno trovato un valido sostituto: Patera combatterà contro il pisano Nicola Henchiri (9-3-2), ma sulle 8 riprese e senza titolo in palio. Due anni fa Nicola Henchiri ha combattuto per il titolo italiano dei pesi superpiuma pareggiando con Giuseppe Carafa.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Patera

“Ci eravamo allenati per affrontare Devis Boschiero – ha commentato Biagio Patera, fratello ed allenatore di Francesco – poi Melnyk ed ora dobbiamo vedercela con Nicola Henchiri. L’importante è tornare sul ring dopo un anno e mezzo.” Sulla stessa lunghezza d’onda Francesco: “Voglio tornare sul ring, voglio i grandi match contro grandi avversari, quindi devo battere Henchiri e continuare a vincere.”

Capuano

“Affronto questo match come ho sempre affrontato tutti gli altri, con la massima preparazione e la massima serietà. La preparazione è stata più intensa del solito perché il match è previsto sulle dieci riprese. Ho atteso troppo per fare questo titolo italiano. Quello che conta per me è vincere il titolo, contro Ivan o un altro è lo stesso. Magari nel prossimo futuro affronterò Daniele Scardina”.

Zucco

“Anch’io sono ansioso di combattere per il titolo italiano. Non mi piace parlare di me stesso, preferisco che siano gli altri a parlare delle mie qualità. Penso che Luca sia un pugile molto tecnico, io sono sia un tecnico che un picchiatore. Anche per me l’importante è combattere per un titolo e non avrei problemi ad affrontare Daniele Scardina. Un derby tra pugili italiani con un titolo in palio ha senso.”

Turchi

“La vittoria su Grisunis ha riportato il morale alto dopo la sconfitta con McCarthy. Voglio vincere la cintura dell’Unione Europea. Sicuramente Bregeon è un buon pugile e lo rispetto. E’ un ulteriore scalino che devo superare. In questi mesi di lavoro credo di essere cresciuto pugilisticamente, di aver arricchito il mio repertorio e questo si vedrà sul ring. Dylan è poco più alto di me, ma sono abituato a combattere contro pugili più alti. Mi adatterò al suo stile e saprò prendere le opportune contromisure. Che vinca il migliore e quindi ovviamente io.”

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi