Donnarumma: il futuro alla Juve è legato a doppio filo
Condividi l'articolo

Sarebbe strano non vedere Gigio Donnarumma regolarmente in campo domenica sera nel big match contro la Juventus, vero e proprio spareggio per la Champions League. Ma, si sa, nel calcio di certo c’è ben poco e dunque ecco iniziare la settimana più importante della stagione rossonera con l’angoscia più opprimente della stagione rossonera, un concentrato di emozioni che sancirà il futuro prossimo del Milan e di Donnarumma. Di certo decidere se schierarlo contro i bianconeri sarà scelta esclusivamente di Stefano Pioli: il quale, dopo aver risollevato la squadra dalle ceneri della gestione Giampaolo, averla amalgamata, averne trovato una quadra e averla comunque mantenuta sempre e costantemente nelle prime posizioni, anche nei momenti più critici, ora si ritroverà a dover lavorare sulla psicologia del giovane estremo difensore, classe 1999.

Donnarumma alla Juventus, ecco come

L’incontro con i tifosi e il pianto liberatorio sono stati il viatico al match contro quella che potrebbe diventare davvero la nuova squadra di Donnarumma. Una sceneggiatura degna di un film di Brian DePalma, la vita presente del 99 rossonero: che ora si aggrapperà ai due totem di questo Milan, vale a dire Ibrahimovic e Pioli, per provare a far tornare il sereno su una stagione che, fintanto che arrivavano i risultati, nessuno faceva pesar troppo l’idea di avere un campionissimo in scadenza di contratto.

La discesa in campo di Pioli e quella (si spera) di Gigio

Pioli sa benissimo come si proteggono i giocatori, sa fare scudo, tranquillizzare, rasserenare gli animi. Cosa che sarà chiamato a fare in questa lunga e tortuosa settimana del Milan. Anche perché oggettivamente lavorare su tecnica e tattica non ce n’è più bisogno ormai. Quello di cui invece ci sarà estremamente bisogno sarà un Donnarumma concentrato. Focalizzato solo sulla partita e non su quello che è accaduto e potrebbe poi accadere. Perché la situazione non si risolverà a breve, a patto che Gigio non decida di scendere in campo. Maldini ha infatti annunciato che i rinnovi di contratto saranno congelati fino a fine stagione, ma è chiaro che una presa di posizione del ragazzo (cosa che peraltro è stata richiesta a gran voce proprio dalla tifoseria) potrebbe far ritrovare un po’ di calma all’ambiente, dopo una vittoria sul Benevento che avrebbe dovuto riportare ottimismo e pensieri positivi. Perché c’è ancora da conquistare un posto nella prossima Champions League, ridare solidità alla panchina di Pioli e portare nelle casse lauti introiti. E, perché no, anche la riconferma magari proprio dello stesso Gigio Donnarumma.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi