Ippodromo Snai San Siro, entro il 2022 lo stadio dei cavalli
Condividi l'articolo

Galoppo, trotto, ostacoli, equitazione: tutti insieme all’ippodromo Snai San Siro entro la fine del 2022. Il progetto di valorizzazione che cambierà il volto dell’Ippodromo di Milano è stato avviato da Snaitech. L’obiettivo è potenziare l’impianto già esistente per farne un vero e proprio stadio moderno degli sport equestri.

Gare anche in notturna

Oltre ai nuovi tracciati per le piste siepi-ostacoli e Cross Country, il progetto per l’ippodromo Snai San Siro prevede la creazione di un nuovo impianto per il trotto, con le due piste e il tondino, di una pista per il galoppo all-weather. Inoltre, ci sarà un’area dedicata ai concorsi internazionali di equitazione, con campo gara in erba e campo prova in sabbia. L’impianto sarà dotato di un sistema di illuminazione per le corse in notturna con obiettivo green per i consumi e gestione dei proiettori per “scenari” illuminotecnici in funzione delle discipline sportive visibili sui nuovi maxi schermi.

La nuova Tribuna del Trotto

Grazie a questi interventi, l’Ippodromo Snai San Siro, oggi impianto stagionale, diventerà un punto di riferimento per tutte le discipline equestri e potrà ospitare 5 giornate di corse a settimana – due al trotto e tre al galoppo – nel corso di tutto l’anno, anche in notturna. Dopo aver recentemente avviato i lavori di ripristino e restauro della ex tribuna secondaria, Snaitech compie quindi un ulteriore passo verso il rinnovamento dando nuova vita alla Tribuna del Trotto.

L’ippodromo Snai San Siro e le best practice

“Sei anni fa abbiamo avviato un ambizioso piano di rilancio dell’Ippodromo Snai”. Le prime parole di Fabio Schiavolin, Amministratore Delegato di Snaitech. “Il nostro progetto – prosegue Schiavolin – è stato in grado di richiamare quasi un milione di visitatori, numeri impensabili per l’ippica al giorno d’oggi. Questi straordinari risultati ci hanno convinto a investire ulteriormente su questa struttura. Un complesso simbolo della tradizione del galoppo italiana e ora si candida a rappresentare il futuro degli sport equestri a livello nazionale ed internazionale. Il progetto proietta il rinnovato impianto a competere con i grandi circuiti internazionali, sposando le best practice di paesi come Francia e Inghilterra”.

All’ippodromo Snai San Siro sport ma non solo

Negli ultimi cinque anni, Sanitech è riuscita a richiamare quasi un milione di spettatori all’Ippodromo Snai San Siro grazie ad un palinsesto che affianca ippica, concerti, eventi e manifestazioni culturali. L’impianto si è imposto come uno dei luoghi di aggregazione più amati dai cittadini milanesi, e lo sarà anche in futuro. Il tutto grazie alla presenza di un’area concerti fino a 25.000 spettatori. Non solo, Snaitech ha recentemente siglato un accordo con la Fondazione Politecnico di Milano. In particolare, il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, insieme al Dipartimento di Architettura e Design stanno studiando come valorizzare ulteriormente questo luogo unico nel suo genere immaginando nuovi e inclusivi utilizzi degli spazi.

News Reporter

1 thought on “Ippodromo Snai San Siro, entro il 2022 lo stadio dei cavalli

  1. Un polmone verde rovinato. I milanesi hanno ceduto. Gli spettatori dell’ippica sono in diminuzione per cui il progetto è in funzione di un ampia area di divertimento e ristorazione. Tutto questo non a niente a che fare con l’ippica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi