Le pagelle di Juventus-Milan
Condividi l'articolo

Le pagelle di Juventus-Milan, gara valida per la 35esima giornata di Serie A, in programma oggi, domenica 9 maggio 2021, allo Juventus Stadium di Torino.

Le pagelle di Juventus-Milan

  • Donnarumma 6,5. Troppi errori nelle uscite, si riscatta su Bentancur ad inizio ripresa.
  • Calabria 6. Fatica contro un cliente scomodo come Chiesa.
  • Tomori 7,5. Chiusure sempre tempestive, non butta mai via la palla.
  • Kjaer 7. Nel primo tempo si contano almeno tre chiusure di grande classe.
  • Theo Hernandez 6,5. Si immola in avvio su De Ligt a porta vuota. Quando sale sulla fascia è inarrestabile.
  • Bennacer 6,5. Quando gioca con questa concentrazione, con spazi chiusi e i compagni vicini, riesce sempre ad alzare l’asticella.
  • Kessie 6. Il classico lavoro sporco ma indispensabile. Arriva il primo errore dal dischetto a rovinare la serata.
  • Saelemaekers 6,5 Ottimo il lavoro in copertura, aiuta Calabria contro la coppia Chiesa-Alex Sandro sacrificando l’apporto offensivo.
  • Diaz 7,5. Il più dinamico del Milan. Il gol è da cineteca, si procura il rigore. Esce per infortunio.
  • Calhanoglu 6,5. Quando riesce ad accendersi trova spesso il guizzo giusto, peccato non trovi spesso gli spazi.
  • Ibrahimovic 6. Ha vita dura contro i centrali bianconeri, esce per un ennesimo infortunio, questa volta al ginocchio.
  • All. Pioli 8. Si gioca coraggiosamente la carta Diaz e viene ripagato. Sta portando il Milan alla conclusione di una stagione incredibile.
  • Rebic 7,5. Tocca pochi palloni, con uno chiude il match.
  • Krunic 6. Fa respirare la mediana rossonera.
  • Dalot SV.
  • Meité SV.
  • Voto squadra 7,5.
  • ARBITRO: Valeri 6,5. Non sanziona la gomitata di De Ligt nei confronti di Ibrahimovic, scatenando le giuste ire dello svedese. Convalida il gol di Diaz con l’ausilio del Var, le immagini a disposizione confermano la scelta. Giusto il giallo a Chiesa, Chiellini e Diaz come è giusto concedere il calcio di rigore poi non realizzato da Kessie. Nel complesso una direzione di gara ottima, grazie soprattutto al supporto del Var.
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi