Metanopoli perde 12-8, al Foro Italico la Roma fa valere il fattore campo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Dopo un mese, la Waterpolo Milano Metanopoli torna al Foro Italico di Roma per sfidare i giallorossi nella quinta gara dei playout. Risultato finale di 12-8 per la Roma che, consolida il 2° posto ed è ormai sicura della permanenza in A1, così come il Quinto.  Mentre Metanopoli, alla seconda sconfitta consecutiva, resta bloccata a quota 6 punti e al 3° posto, in attesa della sfida tra Iren Genova Quinto – la capolista del girone playout – e la Lazio. Sabato 22 maggio, alle ore 16, i ragazzi di coach Gambacorta se la vedranno proprio la Lazio alla “Cozzi” per mantenere un piede e mezzo nel massimo campionato italiano.

Metanopoli-Roma una rete ogni 30 secondi

Nel primo tempo, dopo 25 secondi, il centroboa Casasola apre subito le marcature. Passa poco più di un minuto ed ecco il raddoppio del centrovasca Francesco Faraglia su rigore. Ma arriva subito la risposta della Metanopoli che, 30 secondi più tardi, accorcia le distanze con Di Somma. Si prosegue alla media di una rete ogni 30 secondi, dunque a 2.47 il difensore De Robertis trova il tris. Ancora una volta, puntuale la reazione dei gialloblù che stavolta non solo accorciano le distanze con Giovanni Bianco (3.14), ma trovano anche il pareggio con Ravina (3.57). I giallorossi rimettono la freccia a 5.25 con un gol del centrovasca Pietro Faraglia in superiorità numerica e infine, a 47 secondi dalla fine del primo tempo, Lanzoni sigla il 4-4 (uomo in più).

Nella seconda frazione, i ragazzi di Fabio Gambacorta – squalificato così come il ds Celia e dunque sostituito in panchina da Simone Binelli – perdono completamente il filo della partita, subendo un 4-0 pesantissimo che permette ai laziali di mettere in cassaforte in anticipo 3 punti decisivi in chiave salvezza. Altra grande partenza di Roma che ancora con Casasola si riporta avanti dopo nemmeno un minuto. Poi Pietro Faraglia (2.37) e De Robertis (4.27) mettono dentro due gol in superiorità numerica che portano a -3 i gialloblù. Infine, a 22 secondi dal riposo, giunge la pesantissima rete di Vavic che chiude anzitempo la partita (8-4).

Nel terzo tempo il copione resta uguale

Pronti, via col terzo tempo e non cambia il copione. Subito un gol dei ragazzi di Tafuro, in questo caso Vavic con uomo in più (1.48). Scorre un altro minuto sul cronometro e Francesco Faraglia torna al gol, portando addirittura a +6 i giallorossi. A 3.52, una marcatura d’orgoglio di Lorenzo Bianco.

Anche la quarta e ultima frazione, come le tre precedenti, inizia con un gol dei padroni di casa. Protagonista Ciotti che non si accontenta di una rete dopo 28 secondi e ne infila un’altra nemmeno un minuto più tardi, firmando il massimo vantaggio giallorosso (12-5) e la doppietta personale come altri cinque compagni di squadra. I padroni di casa, sicuri dei 3 punti, tirano il freno a mano. Ma non smette di giocare la Metanopoli che trova subito il 6° e il 7° gol della propria partita con Giovanni Bianco (1.32) e Ravina (2.52), uno dei più positivi nelle ultime uscite. Tre giri d’orologio più tardi, Lorenzo Bianco porta i milanesi a -4, trovando la doppietta personale come Ravina.

Roma nuoto-Waterpolo Milano Metanopoli 12-8

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 2, Vavic 2, Faraglia F. 2, Faraglia P. 2, Voncina, De Robertis 2, Gatto, Boezi, Casasola 2, Spione, Tartaro, Maiolatesi. All. Tafuro.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco 2, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari, G. Bianco 2, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Cardona. All. Binelli (coach Gambacorta e il ds Celia squalificati).

Arbitri: Schiavo e Lo Dico.
Note – Parziali 4-4, 4-0, 2-1, 2-3.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi