Calciomercato Milan: il futuro di Diaz e Tomori
Condividi l'articolo

Calciomercato Milan con Brahim Diaz da una parte, Fikayo Tomori dall’altra. Il genio dell’attacco, il muro della difesa. Ora, con la qualificazione alla prossima Champions League sempre più vicina (se sabato dovesse arrivare un successo nel match interno contro il Cagliari sarebbe matematico), il Milan dovrà decidere cosa fare del fantasista spagnolo e del centrale di difesa inglese. Due giocatori che, senza un’intesa economica con i rispettivi club di appartenenza, potrebbero anche dire addio alla causa rossonera.

Calciomercato Milan, Maldini e Massara vogliono tenere Diaz e Tomori

Difficilmente, però, Maldini e Massara si faranno sfuggire l’occasione di poter confermare due pilastri della rinascita rossonera. Diaz è stato il colpo da maestro di Pioli, che l’ha rilanciato in una partita fondamentale come quella contro la Juventus trovando nello spagnolo estro, genio e quel pizzico di sregolatezza che male non fa. Di Tomori, invece, si è detto già tutto e il contrario di tutto; quello che ha sorpreso è stato il suo rapido inserirsi negli schemi tattici di Pioli, tanto da rubare il posto da titolare addirittura al capitano Alessio Romagnoli. Ora, però, bisognerà mettere mano al portafogli e alla diplomazia, sia per Diaz che per Tomori.

Brahim Diaz, il Real Madrid non vuole lasciarselo scappare

Brahim Diaz, classe 1999, è un giocatore di proprietà del Real Madrid in prestito secco al Milan. Il suo è stato un percorso da montagne russe: prima il passaggio, nel 2013, al Manchester City dal Malaga (il club spagnolo ebbe come indennità di formazione appena 300mila euro). Un talento pronto ad esplodere, tanto che Guardiola lo fece esordire in Premier League già nel 2016, ad appena 17 anni. Poi, il 6 gennaio 2019, il passaggio al Real Madrid per 17 milioni di euro, prima della cessione in prestito al Milan il 31 agosto 2020. Una stagione buonissima, la sua in Italia, tanto che i rossoneri non avrebbero particolari dubbi su una sua conferma. Ci sarà da vedere, però, cosa vorrà fare il Real Madrid ma soprattutto il diretto interessato, il quale difficilmente potrebbe dire addio definitivamente al Real Madrid.

I soldi di Dalot da investire su Tomori

L’ipotesi di un rinnovo del prestito per un’altra stagione sembra quella più percorribile, anche se il Milan vorrebbe vedere se si riuscisse ad aprire uno spiraglio per un acquisto a titolo definitivo, magari per una cifra vicina ai 30 milioni di euro. La sensazione, visti gli ottimi rapporti tra i due club, è che si proverà ad assecondare il volere di Brahim Diaz rinnovando il prestito per un’altra stagione. Calciomercato Milan. Altro giocatore in prestito è Diogo Dalot, giunto dal Manchester United. I rossoneri, però, difficilmente decideranno di affondare per un eventuale riscatto del lusitano. Investendo parte del suo budget per un altro colpo che invece è considerato come essenziale dalle parti di via Aldo Rossi: il riscatto di Fikayo Tomori.
Il percorso del classe 1997 Oluwafikayomi Oluwadamilola Tomori (non ce ne voglia il diretto interessato, ma Fikayo è decisamente più semplice), atleta canadese nato da genitori nigeriani e naturalizzato inglese, è quello di un ragazzo cresciuto nel Chelsea, club dove ha esordito ad appena 18 anni, prima dei prestiti al Brighton, all’Hull City e al Derby County, viatico per il suo sbarco al Milan il 21 gennaio 2021.

Calciomercato Milan, Meité torna al Torino, Pobega rientra alla base

Altro prestito, ma questa volta con una cifra precisa per il diritto di riscatto: 28,2 milioni di euro. Alta, troppo per le idee e le casse del Milan: giusta, per il club londinese, che al momento non sembra intenzionata ad offrire sconti. Servirà tutta la diplomazia di Maldini per trovare un’intesa tra le parti. Cosa ovviamente non impossibile, per confermare un perno della rinascita rossonera del Milan di Pioli di quest’anno. Non è ancora chiaro, invece, cosa si deciderà di fare con Meite. Servono 8 milioni di euro per acquistare il centrocampista dal Torino. Soldi che potrebbero essere risparmiati rispedendolo in Piemonte. Per far posto, nella rosa rossonera, al giovane Pobega, pronto a rientrare alla base dopo l’ottima esperienza allo Spezia.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi