Primo match point fallito: Milano Quanta ko in gara-3
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Festa rinviata, primo match point Scudetto non sfruttato. Il Milano Quanta esce sconfitto 8-3 dal PalaFerrarin di Vicenza in gara-3 della serie di finale Scudetto della Serie A di hockey inline contro i padroni di casa dei Diavoli, rimettendo in corsa la formazione veneta (foto Zenobini) che ora si trova sotto nella serie solo per 2-1. Dopo il successo maturato in gara-1 proprio a Vicenza (4-2) e quello di gara-2 al Quanta Club (4-3), arriva la prima sconfitta per i meneghini, che dunque devono rinviare la festa Scudetto. Risultato giusto, soprattutto per quanto messo in campo dal Vicenza soprattutto nel secondo tempo. A decidere il match, paradossalmente, le due reti di due grandi ex, Baldan e Delfino.

Milano Quanta ko in gara-3

Pronti via e Milano sogna subito in grande, andando avanti nel risultato con Comencini. Ci pensano Wennerstrom e Frigo, poi, a riportare avanti Vicenza. Il primo tempo, però, si chiude con il Milano Quanta avanti addirittura 3-2, in virtù delle marcature di Lettera e Ferrari. La ripresa, però, è tutta di marca vicentina: il pareggio è di MacDonald, mentre a chiudere il match ci pensano Baldan prima e Delfino poi, con Vicenza abile a sfruttare la superiorità numerica in occasione della quinta rete. La sesta rete è poi di Sigmund, di gran lunga il migliore in campo, prima della chiusura di Wennerstrom e Pace.

La serie si sposta ora in Lombardia

La serie di finale Scudetto si sposta ora nuovamente a Milano, con il Quanta che ospiterà i Diavoli Vicenza mercoledì 19 maggio alle ore 20.30. lì dove la formazione milanese avrà il secondo match point per provare a portare a casa il decimo Scudetto della sua storia, quello necessario per potersi fregiare sul petto della fatidica stella. Di fronte, però, ci sarà un Vicenza che vorrà assolutamente portare la serie a gara-5, quella che eventualmente si disputerà nuovamente a Vicenza il 22 maggio. 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi