Giochi Olimpici 2026, nuovo passo avanti per la riqualificazione di Milano Santa Giulia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

In vista dei Giochi Olimpici 2026 di Milano-Cortina un nuovo passo avanti per la riqualificazione del quartiere Santa Giulia a Milano per la costruzione del PalaItalia Arena, che ospiterà le partite di hockey su ghiaccio maschile. Sul tema, Risanamento Spa ieri ha comunicato che la controllata Milano Santa Giulia Spa, Esselunga Spa, Regione e Comune hanno firmato l’Atto integrativo dell’Accordo di programma per la riqualificazione urbana delle aree di Santa Giulia. Intesa necessaria ed essenziale per il completamento dell’iter urbanistico.

Definizione di tutti i contenuti per la riqualificazione

L’obiettivo dell’Atto Integrativo dell’Accordo di Programma “è definire – si legge nella nota – sotto i profili urbanistico e ambientale, tutti i contenuti del progetto di riqualificazione urbana delle aree di Milano Santa Giulia. Il tutto attraverso la programmazione e l’attuazione coordinata di un insieme di interventi di interesse pubblico oltre che di nuove funzioni urbane strategiche. Come ad esempio il Pala Italia Santa Giulia. Un impianto destinato a ospitare le competizioni maschili di hockey su ghiaccio. E, anche, la cerimonia di apertura delle competizioni Paralimpiche durante i Giochi Olimpici 2026 di Milano Cortina”.

La firma sull’intesa passaggio importante per l’approvazione definitiva

Davide Albertini Petroni, amministratore delegato di Milano Santa Giulia Spa sottoliea la sua soddisfazione. “La firma – rimarca l’ad di Milano Santa Giulia Spa – è un passaggio importante per l’approvazione definitiva della Variante del PII di Milano Santa Giulia. Il quale, auspichiamo di ottenere entro la prima settimana di giugno. Un’intesa che permetterà il completamento di un progetto di significativa rilevanza per il quadrante Sud-Est di Milano”.

Giochi Olimpici 2026, l’Arena è tra le opere più importanti

“Appena approvata la Variante – conclude Albertini Petroni- si darà inizio alla bonifica residua dell’area e di tutte le opere infrastrutturali pubbliche atte a supportare l’avvio dei lavori di costruzione del progetto per i Giochi Olimpici 2026. Tra le opere più importanti c’è l’Arena”. Soddisfatto anche il presidente della Regione Attilio Fontana: “È stato assicurato il rispetto rigoroso dei tempi previsti”. Così come il sindaco Giuseppe Sala sul tema afferma: “Il completamento di Santa Giulia è un impegno che il Comune ha preso con la città per sanare una ferita e realizzare nuovi servizi”.

Giochi Olimpici 2026, nuovi parchi, scuole e i negozi

La variante prevede il riassetto planivolumetrico dell’area con una rimodulazione dei servizi per il quartiere. Oltre al PalaItalia per i Giochi Olimpici 2026, un parco attrezzato di circa 362 mila metri quadrati, nuove scuole, un museo per i bambini. Inoltre, sorgerà una nuova sede del Conservatorio, residenze e attività commerciali, uffici e negozi di vicinato. Il progetto di Milano Santa Giulia si sviluppa su una superficie di 1.200.000 metri quadri. E, prevede la realizzazione di 658.380 mq edificabili di cui circa un terzo già completati nelle adiacenze della stazione di Rogoredo.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi