Hockey inline: Milano Quanta ko, Diavoli Vicenza campioni d’Italia 2021
Ti piace questo articolo? Condividilo!

I Diavoli Vicenza mettono fine al decennale dominio del Milano Quanta vincendo gara-5 della finale Scudetto della Serie A di hockey inline. Per i berici è il primo titolo nazionale, mentre per Milano s’interrompe una striscia di otto campionati consecutivi vinti negli ultimi nove anni. Sfuma, sul finale, il sogno di poter raggiungere il decimo titolo nella storia del club milanese, che rimane dunque fermo a quota nove. Per Milano il rammarico di aver guidato la serie dal 2-0, per poi vedere svanire i sogni di gloria proprio all’ultimo.

Primo tempo, tensione ed equilibrio

Una partita tesa, come normale che fosse. Tanto che il primo tempo si chiude sullo 0-0, segno di quanto la tensione fosse lampante, equilibrio fisico e psicologico. Vicenza fa fatica più del solito ad avere occasioni pulite, anche non sfruttando il powerplay dato per la penalità inflitta a Ferrari, soprattutto se paragonando questo match con gara-3 e gara-4, dove le occasioni sono arrivate a iosa. «Vince chi sbaglia il meno possibile» le parole di Mattia Barsanti, difensore del Milano e della nazionale fuori per un problema alla spalla, nell’intervallo.

Secondo tempo, il Milano Quanta la sblocca

Ad inizio ripresa la partita si sblocca, grazie a Banchero che conclude nel migliore di modi un contropiede due contro uno sfruttando l’assist di Ferrari. Milano sembra crederci e riesce a mantenere l’assalto dei Diavoli Vicenza, dove Roffo lascia in campo la prima linea forse per troppo tempo, a discapito del rendimento fisico. Ma in power play (fuori Comencini) arriva il pareggio di Vicenza, con Sigmund che segna su rinvio di Mattia Mai su conclusione di Wennerstrom. Milano ci prova e, in power play (fuori Frigo) mette in seria difficoltà la difesa berica, anche se alla fine è Delfino a prendere un clamoroso palo. Ed è ancora il grande ex a punire Milano, con un’azione spettacolare a 8.57 dalla fine che manda avanti il Vicenza (2-1) in inferiorità numerica. Il pareggio a meno di sei minuti dalla fine, con Lettera che ruba il disco su una sciagurata in possesso di Baldan: 2-2. Ma quando hai qualità in campo, questa premia: e a 3.40 dalla fine ci pensa ancora una volta Sigmund, che fa tutto da solo e manda il disco sotto il braccio di Mai: 3-2. Coach Luca Rigoni chiama il time out, seguito a distanza di un minuto da coach Roffo per Vicenza (soprattutto per far rifiatare i pezzi da Novanta, decisamente stanchi). Fuori assieme Sigmund e Lettera e nuovo time out di Vicenza, poi Rigoni richiama in panchina anche il portiere Mai per avere cinque giocatori di movimento.  E la gara, di fatto, finisce qui. Ora spazio alla Coppa Italia e poi, per il Milano Quanta, appuntamento con l’European League.

Diavoli Vicenza – Milano Quanta 3-2 (0-0, 3-2)

L’albo d’oro del campionato italiano di hockey inline

Questo l’albo d’oro del campionato italiano di hockey inline

  • 1996 – Viareggio
  • 1997 – Auer Ora Bolzano
  • 1999 – HC Milano 24
  • 2000 – Avalanche Bolzano
  • 2001 – RIL Dragons Gallarate
  • 2002 – RIL Dragons Gallarate
  • 2003 – Ghosts Hockey Team Padova
  • 2004 – Asiago Vipers
  • 2005 – Asiago Vipers
  • 2006 – Asiago Vipers
  • 2007 – Asiago Vipers
  • 2008 – Asiago Vipers
  • 2009 – Asiago Vipers
  • 2010 – Asiago Vipers
  • 2011 – Edera Trieste
  • 2012 – HC Milano 24
  • 2013 – HC Milano 24
  • 2014 – HC Milano 24
  • 2015 – HC Milano Quanta
  • 2016 – HC Milano Quanta
  • 2017 – HC Milano Quanta
  • 2018 – HC Milano Quanta
  • 2019 – HC Milano Quanta
  • 2020 – Stagione sospesa per Covid-19
  • 2021 – Diavoli Vicenza
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi