Le pagelle di Atalanta-Milan
Condividi l'articolo

Le pagelle di Atalanta-Milan, match della 38esima e ultima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, in programma oggi domenica 23 maggio 2021 allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo.

Le pagelle di Atalanta-Milan

  • DONNARUMMA 6. Se non deve mai impegnarsi è per merito soprattutto della sua difesa, che non concede nessun tiro alla Dea.
  • CALABRIA 7. Inizia in modo timido, poi con il tempo annulla totalmente Gosens. Non di certo l’ultimo arrivato.
  • TOMORI 6,5. Un paio di sbandate all’inizio, poi la solita prova gagliarda dove, in coabitazione con Kjaer, alza un muro invalicabile.
  • KJAER 7,5. Si francobolla su Zapata, chiude tutto quello che può con chiusure precise e tempestive.
  • THEO HERNANDEZ 6. La coppia Maehel – Malinovskyi è di certo cliente brutto da gestire.
  • KESSIE 9. Uomo ovunque, va in raddoppio quando vede i suoi compagni addormentati (vero Theo?), segna due rigori e riporta il Milan in Champions.
  • BENNACER 5. Nel primo tempo perde un paio di palloni che gridano vendetta, si sacrifica molto in fase difensiva ma è una serata no.
  • SAELEMAEKERS 6. Si presenta con un tiro di poco alto dopo pochi minuti, poi la sua è una gara di estremo sacrificio in difesa.
  • CALHANOGLU 6. Dorme per 40 minuti, poi accende la lampadina e lancia, con un tocco magistrale, Theo Hernandez in area di rigore. Ma fa solo quello.
  • DIAZ 6,5. Gioca con intelligenza, mettendo spesso in difficoltà Romero e Djmsiti. Esce, stremato.
  • LEAO 7. Appare troppo solo, spesso nella gabbia tra Romero e Toloi. Il palo gli dice di no per un gol che sarebbe stato meritato.
  • Krunic 6. Entra per far legna.
  • Meité 6. In campo per vincere i duelli fisici, ma lui va oltre e lancia splendidamente Leao che coglie il palo.
  • Mandzukic SV. Giusto il tempo di farsi ammonire.
  • Dalot SV. Entra per far respirare i compagni.
  • All. PIOLI 8. Una partita di sacrificio, sufficiente a rendere gioisa un’annata stratosferica. Il voto è per un anno e mezzo di lavoro.
  • Voto squadra 8.

La pagella dell’arbitro Mariani

MARIANI 6. La scelta di non sanzionare Romero per il fallo su Leao lanciato a rete lascia più di un dubbio, mentre è corretto assegnare il calcio di rigore per il Milan: Maehle stende nettamente Theo Hernandez. Ingenerosa l’ammonizione per Freuler, bravo a non farsi mai intimidire dalle lamentele dei giocatori. Giusto non sanzionare il rimpallo, sul petto, su Tomori.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi