Powervolley Milano, Fusaro: “Sbertoli? Difendo il progetto”
Condividi l'articolo

A stagione finita, il presidente dell’Allianz Powervolley Milano Lucio Fusaro è stato protagonista di una lunga chiacchierata con Lorenzo Dallari sul suo famoso canale Instagram. Il numero uno del sodalizio meneghino ha parlato di tutto, a partire dal mercato.

Powervolley Milano, le parole di Fusaro

“Abbiamo costruito un progetto dove abbiamo scommesso sui giovani e ci sono state alcune sorprese: non mi immaginavo che Patry potesse essere così bravo, facendo presente che è stato fuori nove giornate di campionato e giocare senza opposto per nove giornate è difficile. L’anno scorso il nostro allenatore aveva inventato il finto centrale, quella formula che non ho ancora capito. Quest’anno si è inventato il finto opposto. Cercheremo di fare le cose fatte bene, poi vedremo cosa succederà. Ci sono società invece che hanno perso molto, perché da un giorno all’altro hanno detto vendo o svendo tutta la prima squadra, e questo ha fatto sì che alcune persone si chiedessero cosa stesse succedendo: chi trova gli sponsor e se lo può permettere compra i miigliori giocatori e chi non ce li ha li vende”.

Sbertoli

A tenere banco è il futuro di Sbertoli, corteggiato da Trento: “Ti posso dire quello che so: Sbertoli è proprietario del proprio cartellino, perché l’ha riscattato dal Segrate qualche anno fa, mentre ha un contratto con noi fino alla prossima stagione. Non c’è nessuna contrarietà a fare in modo che questo ragazzo possa andare a Trento: ho parlato con Da Re per chiarire le cose e gli ho detto che non posso smontare Milano solo per dargli un giocatore, non è questione di soldi. Si tratta di creare un progetto, se esiste un altro palleggiatore per di più italiano possiamo continuare la chiacchierata, perché io non mi metto contro un ragazzo che vuole andare via, posto che Sbertoli voglia andare via. Questa è la posizione: non si tratta di soldi, di cartellini ma si tratta di difendere il progetto di Milano. S c’è un altro palleggiatore per sostituirlo lo faccio, altrimenti non lo posso cedere”.

Futuro

“Se penso alla parola scudetto? Ci mancherebbe, chi gioca per perdere? Quando sono diventato presidente, ho portato Milano in Serie A ma mancava Milano. L’anno scorso finalmente è arrivato l’Allianz Cloud, poi tutto si è interrotto per la pandemia. Però abbiamo fatto delle cose molto belle, come il progetto di volley4ll, poi abbiamo fatto il torneo degli oratori ed il progetto nelle scuole. Adesso dobbiamo pensare a riprendere in mano queste iniziative e ricominciare da dove avevamo lasciato. Lo scudetto dipende da quanti soldi hai in tasca, però credo che se le cose sono fatte bene i soldi arrivano. Noi quest’anno non abbiamo perso nemmeno uno sponsor anzi ne sono arrivati due o tre nuovi perché hanno sposato il progetto Powervolley. Io non ho sponsor da miliardi, ho tanti piccoli sponsor che fanno la loro parte. Vediamo di giocarci lo scudetto prima o poi, sicuramente non l’anno prossimo”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi