Milano Quanta società leader nel panorama hockeistico dice no all’Eurolega
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Medaglie d’argento al collo e la consapevolezza di avere onorato gli impegni: il 2020/21 del Milano Quanta si è chiuso a Forlì, con i podi conquistati dalla prima squadra in Coppa Italia e dall’Under 12 nel campionato di categoria. In un anno condizionato dalla pandemia i Rinoceronti si confermano tra le società leader a tutti i livelli nel panorama hockeistico nazionale.

Il Milano Quanta dice no all’Eurolega

E, mentre le autorità svizzere approvano le date dell’Eurolega (Kaltbrunn dall’1 al 4 luglio) il Milano Quanta dice no all’evento. La manifestazione, cancellata nel 2020 a causa della pandemia, era stata in un primo momento spostata ad aprile. Il successivo rinvio a luglio ha spinto la società rossoblù a declinare. “Per due motivi: il primo è che molti giocatori hanno impegni di lavoro in quel periodo o avevano già fissato le vacanze. Il secondo è che giocare a un mese di distanza dal termine dell’attività in Italia avrebbe reso la preparazione all’evento molto complicata, facendo quindi venire meno i presupposti per garantire una partecipazione che vada oltre l’atto di presenza: pertanto, anche per rispetto delle altre società e degli organizzatori, abbiamo deciso di lasciare il posto ad un’altra squadra”. Le parole del presidente Riki Tessari.

La coppa Italia e la collocazione balneare

Il numero uno del Milano Quanta oltre a spiegare la motivazione del niet all’Eurolega, commenta la stagione della società. “Ci è mancato l’acuto – spiega Tessari – ma va detto che il finale di stagione non si è disputato in condizioni ideali, per tempi e modi. Mi riferisco alla Coppa Italia, ovvero la seconda competizione più importante del nostro hockey, che avrebbe meritato una collocazione in calendario meno ‘balneare’. La formula adottata è da torneo amatoriale. Giocare tutte quelle partite ravvicinate, per di più in condizioni di temperatura elevate, non giova certo allo spettacolo. Mi auguro che l’anno prossimo si torni a soluzioni meno stravaganti”.

L’ottimo lavoro di Mattia Mai

Sempre in Romagna, nell’ambito degli Italian Roller Games, si è giocato l’atto conclusivo dei campionati giovanili. Grande soddisfazione in casa del Milano Quanta per il secondo posto ottenuto dall’Under 12 allenata da Juraj Franko. “Una bella impresa per i nostri giovanissimi – sottolinea il presidente – che conferma la bontà del lavoro del settore giovanile sotto la direzione di Mattia Mai. Il ringraziamento doveroso va alle famiglie dei ragazzi per il costante supporto”.

Milano Quanta il rinnovato entusiasmo e gli acquisti in arrivo

“Saremo al via con rinnovato entusiasmo – conclude Tessari – e voglia di fare bene, anzi, benissimo. Il settore giovanile ha intrapreso un ottimo percorso di crescita, basato su programmi e staff ben impostati. E’ un tema fondamentale per la nostra società, che si pone l’obiettivo di formare in casa i Banchero, Ferrari, Mai del prossimo futuro”. La prima squadra? “Stiamo pensando a come rinforzare l’organico: la volontà è quella di restare competitivi ai massimi livelli, come da tradizione”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi