Euro 2020: Italia, Ucraina o Austria? Ecco chi potrebbe incontrare agli ottavi
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sbrigata la pratica Galles grazie ad una rete realizzata da Pessina, centrocampista dell’Atalanta, ecco che l’Italia ha passato il girone di qualificazione a punteggio pieno a Euro 2020. Tre vittorie su tre, e ora anche i bookmakers mettono in evidenza come gli azzurri siano una delle favorite per la vittoria finale: un assist molto interessante per tutti coloro che sono abituati a puntare, usando magari i bonus deposito casino online.

Cosa aspettarsi agli ottavi di finale di Euro 2020?

La squadra allenata da Roberto Mancini ha messo in evidenza una volta ancora, se mai ce ne fosse bisogno, che calcoli non ne ha mai fatti e mai ne farà. L’impronta di gioco di ricercare la rete di continuo, di pressare gli avversari fino allo sfinimento, in un’atmosfera incredibile, perché frutto della compattezza di un gruppo che è più saldo e coeso che mai.

Anche contro il Galles, gli azzurri hanno dimostrato che non sanno davvero cosa siano i calcoli, spingendo per tutto il match sul pedale dell’acceleratore, cercando il gol in un gran numero di occasioni.

E adesso, cosa accade? Qualificata al primo posto del girone, l’Italia si è messa ad attendere quella che sarà la sua prossima avversaria. Appuntamento a Bucarest, dove l’Ucraina è la candidata principale per arrivare al secondo posto nel suo girone. Per merito del gol in più che ha messo a segno in confronto agli austriaci, alla Nazionale guidata da Shevchenko sarà sufficiente non perdere per terminare il girone al secondo posto e lanciare il guanto di sfida all’Italia.

La sfida su cui Roberto Mancini e il suo staff avranno gli occhi puntati, quindi, è quella tra Ucraina e Austria in questo Euro 2020. Domani, verso le ore 20, si conoscerà il nome della sfidante con cui gli azzurri si giocheranno il passaggio del turno.

Visto che gli azzurri hanno trionfato a mani basse nel girone A, con tre vittorie su tre, ecco che scenderanno in campo a Wembley il prossimo 26 giugno alle ore 21, andando a sfidare la squadra che si qualificherà come seconda nel gruppo C.

La situazione nel girone C

L’Olanda è praticamente sicura di vincere il girone C, visto che si trova al primo posto con ben sei punti all’attivo, frutto di due vittorie nelle due gare che sono state disputate, mentre Ucraina e Austria sono ferme con tre punti, e, infine, c’è la Macedonia che, per il momento, non è stata in grado di portare a casa nemmeno un punto.

Tra Ucraina e Austria, però, la situazione è decisamente interessante e complessa: infatti, entrambe le Nazionali presentano una differenza reti nulla, ma c’è un aspetto su cui bisogna concentrarsi perché potrebbe fare la differenza. Ovvero, l’Ucraina di Sheva ha realizzato una rete in più, ovvero 4 gol rispetto ai 3 messi a segno da parte dell’Austria. Ed è proprio questo motivo per cui gli ucraini, ora come ora, si trovano davanti in classifica.

Di conseguenza, è sufficiente un pareggio per permettere alla selezione ucraina di blindare il secondo posto, in maniera tale da salire immediatamente sull’aereo che li porterà a Londra e a scendere in campo il prossimo 26 giugno contro gli azzurri.

Il primo posto, al contrario, non si può più raggiungere: anche nel caso in cui De Ligt e compagni dovessero cadere contro la Macedonia, gli scontri diretti sono a favore degli “orange”, sia nei confronti dell’Austria che dell’Ucraina. Proprio in virtù di questo aspetto, il focus degli azzurri non potrà che essere per la gara che si svolgerà in quel di Bucarest. L’Ucraina è l’indiziata numero uno, visto che può vantare ben due risultati su tre a proprio favore.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi