Panthers Parma campioni d’Italia, Seamen Milano battuto 40 a 34
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sono i Panthers Parma a distanza di 8 anni tornano a cucirsi lo scudetto sul petto, dopo una partita entusiasmante e vinta all’overtime contro i Seamen Milano per 40 a 34, dopo che i milanesi avevano messo a segno una straordinaria rimonta. Secondo titolo in due giorni che finisce nelle bacheche dell’Emilia-Romagna, proprio nell’edizione ospitata “in casa”, a Piacenza.

IMG 2316

Panthers contro Seamen, prima del kick off spazio alle premiazioni

Prima del kick off spazio alle premiazioni, con il riconoscimento al miglior ‘rookie’ arbitrale, Gaia Ventura. Di seguito il turno della sfilata d’onore delle Pantere Rosa, storica prima squadra italiana di football americano, e poi della cerimonia di induzione di Pierpaolo Gallivanone, Paolo Caccamo e Paolo Crosti nella Hall of Fame.

Sono i Panthers a partire per primi in attacco

Sono i Panthers a partire per primi in attacco e il QB americano, Reilly Hennessey si presenta subito al pubblico con un lancio di circa 45 yard su Tommaso Finadri che vale l’ingresso nella metà campo avversaria. La difesa milanese cerca di opporsi come può, ma Parma è aggressiva e in soli due minuti mette a segno il primo TD della serata con un’azione personale di Hennessey. I Seamen rispondono immediatamente. Il primo quarto scorre veloce, i Panthers alternano il gioco aereo con ottime corse portate da Alessandro Malpeli Avalli e dallo stesso Hennessey, con Nick Diaco che varca la endzone per il secondo TD dei Panthers.

Ancora infallibile Felli e 14 a 0 per gli emiliani. Seamen in vera difficoltà…dopo anni, costretti a rincorrere un avversario che fino a questo momento ha concesso solo le briciole. A meno di due minuti dall’half time, i Panthers segnano ancora, Felli non sbaglia: 21 a 0. Finisce 21-6 e squadre negli spogliatoi.

I Seamen portano la gara ai supplementari

Le squadre tornano in campo con i milanesi in attacco, ma ancora una volta la difesa dei Panthers costringe i Seamen al punt. A meno di 6 minuti dalla fine del terzo quarto è Jordan Bouah a far saltare in piedi il pubblico con una gran ricezione e, soprattutto, una successiva grande corsa fino all’endzone. Milano cerca la trasformazione da due punti, ma senza successo e il tabellone si aggiorna: 21 a 12. Il tifo si infiamma sugli spalti, stiamo assistendo ad una gran partita e tutto può ancora succedere, quando mancano 10 minuti alla fine del match.

Tocca ai Panthers scatenare il pubblico: Hennessey spara una gran palla su Tommaso Finadri che compie una specie di miracolo e vola in endzone per il 34 a 18. Il tempo corre, i Panthers sono sulle 9 dei Seamen, con 6 secondi da giocare…Matteo Felli va per il field goal della vittoria ma i Seamen lo bloccano e la partita, incredibilmente, va ai supplementari.

Nel football funziona così: ogni squadra ha a disposizione un solo drive offensivo dalle 25 yard avversarie per cercare di mettere più punti possibile a referto. Iniziano i Seamen ma anche l’estremo tentativo di andare a segno con un field goal non riesce. Palla ai Panthers, che chiudono il down e sulle 10 Hennessey lancia la palla della vittoria a quello che è stato per tutta la stagione il suo bersaglio preferito, Simone Alinovi.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi