Z-Bike, il sogno di Zanardi adesso è realtà
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Uno dei grandi sogni di Alex Zanardi si è concretizzato, si tratta della Z-Bike, un innovativo modello di handbike sviluppato dalla casa automobilistica Dallara su spinta tecnica ed emotiva di Alex Zanardi. Un lavoro che parte da lontano, dai primi successi che il campione bolognese ha ottenuto anche grazie alla tecnologia fornitagli dall’azienda di Varano de’ Melegari.

La Z-Bike su proposta di Alex Zanardi

Il legame tra Zanardi e la Dallara ha portato l’atleta paralimpico a proporre di sviluppare un modello di handbike che permettesse di migliorare le performance di tanti paraciclisti. E che, allo stesso tempo, rendesse ancora più accessibile la pratica di questo sport agli aspiranti atleti. Per realizzare la Z-Bike ci sono voluti diversi mesi di sperimentazione. I tecnici della Dallara hanno, infatti, studiato il settore per capire cosa potesse essere innovato, individuando soluzioni tecniche che non compromettessero la performance dell’handbike. Da questo percorso si è arrivati ora alla realizzazione di un modello di handbike unico per ergonomia, dimensioni, versatilità, struttura e peso in un mondo dove le caratteristiche fisiche e le abilità cambiano da atleta ad atleta.

Le caratteristiche della Z-Bike

La Z-Bike è destinata alle categorie Recumbent (dalla H1 alla H4). Il telaio realizzato in fibra di carbonio permette di massimizzare la prestazione e di ridurre la rigidezza del mezzo. L’handbike è stata studiata per essere personalizzabile. La varietà di regolazioni di assetto, come sulle vetture racing, permette di adattare il mezzo a qualsiasi tipologia di percorso. E’ possibile, inoltre, regolare lo schienale, la posizione del movimento centrale, il poggiapiedi oltre che la posizione della forcella per le necessità di ogni pilota. Grazie alle prove effettuate con l’aiuto di affermati paraciclisti, è stata migliorata la comodità dell’handbike per permettere al pilota di sentirsi in simbiosi con il mezzo. Questo è merito dell’anatomia delle manopole che stancano meno le mani consentendo una presa più salda e duratura.

Pontremoli, ad di Dallara: “La Z-Bike è il desiderio di Alex”

La Z-Bike presentata a Roma, domenica 25 luglio arriverà a Catania per diffondere il messaggio di Alex. “Questo progetto nasce dall’amicizia e dalla stima che nutriamo da sempre nei confronti Zanardi. Una persona che abbiamo imparato ad ammirare come eccezionale pilota e che, col passare del tempo, abbiamo conosciuto anche come grande uomo ed atleta”. Il pensiero di Pontremoli, ad della Dallara. “Zanardi ci ha presentato il progetto un anno e mezzo fa. Il suo entusiasmo ci ha coinvolto da subito. È stato lui a guidare il team, a spingerci a superare tutti gli ostacoli. Oggi abbiamo deciso di presentare questa handbike per poter dare vita al desiderio di Alex: offrire qualche sorriso in più”.

Daniela Manni: “E’ bello che questa handbike sia accessibile al pubblico”

Soddisfatta anche la moglie di Alex Zanardi, Daniela Manni: “Il progetto Z-Bike è nato perché Alex desiderava fortemente creare una handbike altamente competitiva ad un prezzo accessibile. Gli amici di Dallara da subito si sono resi non solo disponibili. Già lo scorso anno tutto era pronto per il lancio, ma il drammatico incidente che lo ha coinvolto ha portato tutti noi ad una pausa di riflessione. Ora, a un anno di distanza è bello che la Z-Bike diventi accessibile al pubblico, è il progetto di Alex, ideato con tanta passione e a cui ha dedicato tanto del suo tempo”.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi