Cus Milano Rugby, il Giuriati rinnovato e tirato a lucido dal Politecnico di Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Lo stadio che racchiude la storia del rugby milanese, casa dei #verdeblù da anni, è pronto ad accogliere tutte le nostre categorie dal #minirugby ai #seniores per la prossima stagione. Con una nota Cus Milano Rugby ringrazia il Politecnico di Milano. “Il tappeto di fine e soffice erba naturale – si legge nel post Facebook – chicca ormai rarissima da trovare sui campi cittadini, è merito della cura maniacale e della completa ristrutturazione del campo ad opera del Politecnico di Milano”. Noi siamo pronti a tornare a correre, lottare e abbracciarci fra le mura di casa e tu? Sei dei nostri?

Cus Milano Rugby, campo Giuriati. Un po’ di storia…

Il campo sportivo Mario Giuriati, anche noto come stadio Mario Giuriati, è un impianto sportivo polivalente che si trova nel quartiere Città Studi di Milano. E’ di proprietà comunale, ma in gestione al locale Politecnico. Oltre a svolgere le funzioni di stadio universitario fin dalla sua apertura avvenuta nel 1929, fu anche il terreno interno della compagine di rugby dell’Amatori Milano che su tale campo vinse la quasi totalità dei suoi 18 titoli di campione d’Italia. È intitolato alla memoria di Mario Giuriati (1895-1916), giovane ufficiale e calciatore milanese morto a vent’anni in una battaglia della Grande Guerra sul monte Sabotino.

Lo stadio, chiamato all’epoca Campo rionale Mario Giurati, nacque per volere di un’iniziativa governo e privati per assicurare strutture atletiche ai giovani. L’inaugurazione avvenne il 29 ottobre 1929, nel settimo anniversario della salita al potere di Benito Mussolini.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi