ESTA, tutto quello che c’è da sapere per andare negli USA
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Gli Stati Uniti sono da sempre il grande sogno per i viaggiatori di tutto il mondo, italiani compresi. Dopo un anno e mezzo in cui si è dovuto fare i conti con la pandemia, c’è tanta voglia di tornare a muoversi. Ora si parla tanto di Green Pass ma c’è qualcosa che serviva prima e continuerà a servire per entrare proprio negli Usa. Stiamo parlando dell’ESTA. Si tratta di un documento fondamentale per poter entrare nel Paese.

ESTA, che cos’è

Intanto chiariamo bene di che cosa stiamo parlando, per non fare confusione con un visto generico che invece serve in molti altri Paesi. L’acronimo ESTA sta per “Electronic System for Travel Authorization”, ovvero, tradotto in italiano, “sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio”. Ad occuparsene è U.S. Customs & Border Protection, l’Ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere statunitensi, che consente di eseguire controlli anticipati su tutti i viaggiatori e respingere così gli eventuali individui indesiderati. Ad aiutarlo in questo compito le compagnie aeree e di navigazione stesse. Provvedono infatti a verificare che tutti i passeggeri dispongano di un ESTA in corso di validità.

Info utili

Richiedere l’ESTA è veloce, semplice ed economico. Per compilare il modulo online bastano circa 5 minuti. Per pagare i 29,95 euro (a persona) si possono usare Visa, Mastercard, Nexi, American Express, Postepay o PayPal. La risposta arriva entro 72 ore e in caso di urgenza in appena 60 minuti. Altra grande comodità è la scadenza: un ESTA vale due anni dal momento del rilascio. Ciò vuol dire che durante questo periodo di validità è possibile recarsi negli Stati Uniti illimitate volte, che si tratti di affari o di vacanza. L’unita nota è che non si tratti di più di 90 giorni consecutivi. In quel caso serve allora un vero e proprio visto.

Vacanza o lavoro

L’ESTA alla luce della sua durata è comodo per viaggi d’affari e turistici ma bisogna tenere a mente che chi ne entra in possesso non può essere impiegato da società statunitensi. Svolgere attività lavorative retribuite con un ESTA è possibile, a condizione che il datore di lavoro abbia sede al di fuori degli USA. In tutti gli altri casi serve allora un vero e proprio visto.

Compilare la richiesta

Compilare il modulo ESTA per andare negli USA è semplice. Richiede come detto cinque minuti e il modulo è diviso in quattro parti. Nella prima bisogna inserire i recapiti di uno dei viaggiatori. Nella seconda i dati del viaggio, quindi data e luogo di arrivo. Nella terza bisogna rispondere ad una serie di domande, associate al passaporto. Infine nella quarta e ultima parte del modulo ESTA ci sono altre domande utili per ottenere l’idoneità, quindi legate ad uso di droghe, precedenti penali e rapporti con altri Paesi come Libia, Siria, Iran, Sudan, Iraq e Corea del Nord. A quel punto se non ci sono problemi il più è fatto e non resta che aspettare l’ok che come detto arriverà entro tre giorni.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi