Hockey inline: Milano a valanga su Trieste
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Esordio con successo nella Serie A di hockey inline per il Milano, che al Quanta Club ha battuto l’Edera Trieste 9-0 nella prima giornata del campionato italiano. La formazione meneghina, dopo aver vinto la Supercoppa italiana sul campo dei Diavoli Vicenza campioni d’Italia in carica, partono dunque con il piede giusto anche in campionato.

Hockey inline, tutto facile per il Milano

Pronti via e il Milano passa subito in vantaggio: meno di un minuto e a segno ci va uno dei volti nuovi del Milano, Riccardo Sica, su assist di un altro nuovo acquisto, Tobia Vendrame. Altri quattro minuti e arriva il raddoppio con Corey Hodge, che si mette dunque subito in mostra. E Florean chiama subito il primo time out. A metà del primo tempo arriva anche la terza rete del Milano con il ‘Cobra’ Emanuele Ferrari, per l’occasione con l’insolita maglia numero 8. La prima frazione di gioco, poi, si chiude sul 4-0 grazie anche alla rete di Brajan Belcastro.

La cronaca del secondo tempo

Nella ripresa la musica non cambia e, anzi, arrivano altre cinque marcature per il Milano, che sfrutta abbondantemente un roster molto corto di Trieste, che ha a disposizione appena sei elementi di movimento. Cosa che, sul lungo, ovviamente paga a livello fisico. Le cinque marcature della ripresa sono tutte di giocatori arrivati nel corso del mercato estivo: apre le danze Hodge, seguito da un Martin Fiala scatenato che mette a segno addirittura una tripletta. Di Tobia Vendrame, invece, la rete del 9-0 finale per una gara mai in discussione. Nessun problema nemmeno per i Diavoli Vicenza, che al PalaFerrarin hanno battuto 7-1 il Monleale.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi