Campionato di baseball per ciechi: dopo 17 anni lo scudetto torna a Bologna, i Lampi Milano ko
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Dopo 17 anni dall’ultima vittoria la squadra della Fortitudo Bologna White Sox si è ricucito sulla casacca il suo quarto scudetto tricolore del campionato di baseball per ciechi. Nulla da fare per i Lampi Milano che si devono accontentare del secondo posto.

Campionato di baseball per ciechi: il presidente Leone dà il via alla finale

Alla presenza di un folto pubblico, il Presidente del CNA Pierfranco Leone ha dato il via alla finale scudetto del campionato di baseball per ciechi porgendo la prima palla a Sainey Fatty primo battitore dei bolognesi. I Fortitudini iniziando per primi in attacco (come da sorteggio) e conquistando subito la seconda base con una valida di Fatty, sembravano voler riprendere il ritmo della domenica precedente. Ma dopo il primo punto segnato la difesa degli avversari erigeva con Allegretta, Dieng ed Arrichetta un muro invalicabile malgrado le battute dei Felsinei fossero tutt’altro che facili da fermare.

I bomber bolognesi scatenati nella finale del campionato di baseball per ciechi

La difesa degli atleti di Lanzarini era altrettanto efficace ed il duo Napoli – Fatty teneva i milanesi lontani dalla linea punto per parecchie riprese permettendo così ai “bomber” di scatenarsi e di battere a casa parecchi punti. Alla settima ripresa con punteggio di 11 a 2 a favore delle Calze Bianche la gara sembrava essere ormai chiusa. Ma i Lampi, con uno scatto di orgoglio, riuscivano ad incamerare ancora qualche segnatura tanto da risvegliare la difesa dei Biancoblù. La quale riprendeva a fermare tutto ciò che arrivava per chiudere la gara sull’11 a 5 con un’assistenza di Yemane a Leoni.

I vincitori premiati dalle consigliera federale Menoni

A chiusura della tenzone e con i bolognesi esultanti, la Consigliera Federale Barbara Menoni ha consegnato prima ai vincitori e poi i secondi le coppe e le medaglie d’oro e d’argento inviate dalla FIBS. A seguire Alberto Mazzanti Presidente della LIBCI ha porto a Valerio Ranieri, Franco Buttignon, Giacomo Reina e Michele Bianchi un trofeo a riconoscimento per il loro impegno nell’aver divulgato il BXC (campionato di baseball per ciechi) in quel di Budapest.

Consegnati anche i premi del 2020

Cogliendo l’occasione, inoltre, sono stati consegnati premi individuali LIBCI che non si sono potuti dare nel 2020 ai giocatori presenti all’evento. A Ghulam (Fuoricampo, RBI e MVP finale 2020), a Menoni (miglior difensore donna), a Fatty (miglior difensore uomo ex-aequo) e a Trevisan (miglior difensore vedente). Si chiude così il 25mo campionato di BXC disputato fra mille problemi con tante difficoltà ma in completa sicurezza. Forse è un destino che a vincerlo sia stata una delle due squadre che disputarono la Partita Originale del baseball per ciechi nel lontano 16 ottobre 1994 sul Diamante Rino Veronesi di Casalecchio di Reno (BO).

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi