Zlatan Ibrahimovic: l’attaccante torna ad allenarsi con i compagni di squadra
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic è tornato ad allenarsi insieme ai propri compagni di squadra dopo l’infortunio al tendine di Achille riportato durante la partita con la Lazio, terza giornata di Serie A. Il campione ha dimostrato di avere ancora un ruolo importante nella squadra, nonostante l’età sicuramente avanzata per un calciatore, soprattutto nella sua posizione in campo.

Lo svedese ha da poco compiuto 40 anni, come dimostrato dalla incredibile festa andata in scena in un Hotel di Milano, con tanto di finestre illuminate a formare il numero 40 sulla facciata dell’edificio. L’intera festa è stata organizzata dalla moglie Helena, la quale ha invitato tantissimi compagni attuali e passati del giocatore, tra cui Maldini, Cassano e Gattuso. A coronare la festa anche un regalo incredibile per i 40 anni di Ibra, una nuovissima Ferrari SF90 dorata.

Tralasciando i festeggiamenti, il giocatore ha seguito un percorso di recupero dall’infortunio e pare che ora ci siano i segnali per un graduale ritorno in campo, forse anche a partire dalla gara con il Porto in Champions League, anche se probabilmente non per 90 minuti. La mancanza del giocatore per un mese intero si è fatta sicuramente sentire, anche se il Milan sta portando avanti una stagione decisamente positiva, considerata la posizione nelle classifiche Serie A e Coppa Italia.

Altri giocatori del Milan che tornano insieme a Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic non è l’unico giocatore che i tifosi del Milan stanno aspettando a seguito di infortuni più o meno gravi. I rossoneri hanno registrato nell’ultimo periodo un numero particolarmente elevato di infortunati in dei reparti che fanno ancora fatica a coprire. Ad esempio, Calabria, Kessie, Krunic, Bakayoko e Daniele Maldini hanno dovuto fermarsi.

Nonostante ciò, insieme ad Ibra sono stati visti durante l’allenamento con i compagni proprio Calabria, Krunic e Daniele Maldini, alcuni dei quali potrebbero essere impiegati fin da subito, nonostante potrebbero non avere ancora i 90 minuti tra le gambe. La questione infortuni sta andando ad intaccare pesantemente la rosa, soprattutto se si guardano gli over 30 del Milan, dove praticamente tutti, escluso Tatarusanu, il quale ha giocato pochissimo in questa stagione, hanno avuto problemi muscolari.

Alcuni tifosi si chiedono se queste problematiche a livello fisico siano dovute ad una preparazione atletica sbagliata. Nonostante ciò, dalle dichiarazioni rilasciate da Stefano Pioli durante le numerose interviste, troviamo soltanto parole di stima per lo staff atletico e medico, anche se restano tanti dubbi.

È chiaro che il Milan che vedremo in campo nelle prossime partite sarà più giovane del solito e dovrà impegnarsi, non solo per continuare la striscia di risultati positivi in Serie A, ma anche per cercare di recuperare le sconfitte in Champions League, nel tentativo di trovare una qualificazione che inizia ad allontanarsi dalle mani di Pioli.

Proprio gli impegni in Champions League, che vanno a sommarsi alle partite di Serie A, sono il motivo per cui lo staff rossonero sta cercando di recuperare più giocatori possibile. Sarà interessante capire anche la squadra con cui Pioli deciderà di scendere in campo nel caso in cui fosse ancora obbligato a tenere fuori la maggior parte dei giocatori precedentemente infortunati come Ibra.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi