Hockey inline: Milano a Verona per spaventare Vicenza
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La quarta giornata della Serie A di hockey inline 2021/2022 vedrà domani il Milano impegnato sul campo del Cus Verona (ore 18.45) in un match sulla carta totalmente a favore dei meneghini: i padroni di casa hanno vinto una sola gara finora (2-1 sul campo del Cittadella) perdendo le altre due (4-1 contro Asiago e 7-5 a Ferrara), mentre per Milano finora il percorso è netto, con successi su Trieste (9-0), Piacenza (12-1) e Asiago (3-2). L’ultima sfida contro la squadra dell’ex coach Rigoni ha visto i meneghini vincere più per le individualità che altro, con i veneti che hanno davvero impressionato. 

Milano a Verona, per mettere paura ai Diavoli Vicenza

La gara contro Verona servirà al Milano per mettere pressione a Vicenza: i Diavoli, infatti, non scenderanno in campo ad Asiago a causa del perdurare dell’indisponibilità dell’impianto di via Cinque, ormai chiuso dai preposti uffici del Comune dallo scorso 30 giugno per adeguamenti normativi. E, in caso di vittoria, potrebbero tentare la prima fuga stagionale in solitario in caso di non successo di Padova (l’altra formazione a punteggio pieno) sul campo di Piacenza. Anche perché poi il calendario metterà Milano di fronte a sfide importanti: prima la gara casalinga contro Ferrara, che per gli addetti ai lavori sarà molto probabilmente il terzo incomodo nella sfida a distanza tra Milano e Vicenza, poi la trasferta a Cittadella e, il 6 novembre, il big match al Quanta Club proprio contro i Diavoli campioni d’Italia in carica. 

Hockey inline, un calendario che potrà dire molto a breve

Per l’occasione molto probabilmente le due squadre saranno ancora cambiate, visto che entrambe sono ancora sul mercato internazionale alla ricerca di nuovi rinforzi. Per il momento, però, testa e gambe alla sfida di domani contro il Cus Verona: «Stiamo lavorando molto sugli aspetti tattici, soprattutto sull’impostazione in fase difensiva, cercando di mettere in pratica i dettami del nuovo coach – le parole di Luca Ronco (foto Semino) – a Verona sarà un bel banco di prova su una pista che non abbiamo mai gradito per via della superficie. Sono curioso di vederli all’opera, sulla carta hanno costruito un buon mix tra giovani e veterani. Per quanto mi riguarda sono carico per questa stagione iniziata nel migliore dei modi: è sempre più difficile conciliare l’hockey con il lavoro, ma ne vale la pena».

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi