V-Team, la vittoria per sognare i playoff promozione
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Una vittoria di quelle da ricordare a lungo. Una battaglia vinta grazie a grandi prestazioni e tanto cuore. Si può riassumere così la sfida che ha visto prevalere il V-Team sul Ct Mario Stasi di Lecce. Un successo esterno che regala il secondo posto in classifica alla compagine brianzola e, allo stesso tempo, un sogno chiamato play-off promozione. Mancano solo due partite, il 14 novembre in casa contro il Ronchiverdi Torino e poi la trasferta a Bassano del Grappa della domenica successiva, due match sulla carta alla portata che potrebbero aprire le ‘porte del paradiso’, cioè le sfide decisive per giocarsi il passaggio in A1.

V-Team, risultati

Sui campi in terra pugliesi, nei primi due match di giornata, per il V-Team sono scesi in campo come sempre i due elementi del vivaio Davide Albertoni e Andrea Borroni. Il primo, dopo un inizio a tutto gas (3-0 con doppio break di vantaggio), non è più riuscito a fronteggiare il gioco del 28enne italiano – nato a Buenos Aires – Juan Ignacio Iliev, bravo a chiudere col punteggio di 6-3 6-4 in un’ora e 38 minuti. Borroni, dal canto suo, ha lottato come sempre su ogni palla, recuperando nel primo set il break ottenuto sul 3-3 da Giammarco Micolani per poi chiudere il parziale col punteggio di 6-4. In avvio di secondo set ha però subito un passaggio a vuoto col servizio permettendo all’avversario di scappare sul 4-1 e poi sul 6-2. Ma la reazione di Andrea non si è fatta attendere: il 26enne lombardo ha alzato il ritmo e si è aggiudicato il match per 6-4 2-6 6-1.

Singolari

Anche gli altri due incontri di singolare del V-Team si sono rivelati delle grandi battaglie, con protagonisti – per il team brianzolo – il transalpino Mathias Bourgue, numero 222 del ranking Atp, e Manfred Fellin. Partito forte, il francese si è fatto recuperare e sfilare il primo set dall’italo-argentino Franco Agamenone. Stesso copione nel secondo parziale, ma questa volta Bourge ha saputo mantenere le distanze (6-4) portando così la sfida sui binari della lotta punto su punto e rimontando poi uno svantaggio dal 4-2 fino al 4-6 6-4 7-5 conclusivo dopo oltre due ore e mezza di gioco. Il punto del 3-1 l’ha conquistato Manfred Fellin, abile a mantenere il sangue freddo contro il 16enne spagnolo Felipe Virgili e ribaltare le sorti del match dopo aver perso il primo set. A quel punto mancava solo una vittoria per mettere in tasca i 3 punti e ci hanno pensato in doppio proprio Bourgue in coppia con Gian Marco Ferrari. I due non hanno lasciato scampo ad Iliev/Virgili in appena 50 minuti (6-3 6-0).

Finale

L’ultimo doppio che, seppur ininfluente, ha mandato in archivio la sfida se lo sono aggiudicato i leccesi con la coppia Agamenone/Micolani (duplice 6-3 ad Albertoni/Borroni). “Questi ragazzi hanno un cuore enorme – ha detto il capitano e direttore tecnico del V-Team Duvier Medina –. All’inizio è stata davvero dura, tutti hanno messo in campo fino all’ultima goccia di energie. Borroni ha giocato un terzo set encomiabile, con una mentalità e una disciplina eccezionali. Bourgue ha lottato come se stesse difendendo i colori della propria nazionale, Fellin ha mantenuto la calma nei momenti decisivi e Ferrari ha giocato un doppio straordinario. Se manteniamo questo spirito possiamo andare lontano e credere a qualcosa in più della salvezza”. Il sogno del V-Team continua.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi