Nulla da fare per l'Allianz Milano: ai quarti di Cev passa l'Aluron CMC Warta Zawiercie

Dopo il 3 a 0 dell'andata altro successo dei polacchi

Sarebbe servita un’impresa, giocatori e staff lo sapevano dalla scorsa settimana, per ribaltare il risultato dell’andata contro la forte squadra polacca e andare al Golden Set. Invece ne sono bastati due, di combattuti parziali alla formazione dell’Aluron CMC Warta Zawiercie per passare ai quarti di finale di Coppa Cev. 

Non sono stati sufficienti i 9 muri (10 in tre set) messi a segno da capitan Piano e compagni, che hanno trasformato l’opposto Butryn in un giocatore “normale”, anzi pure un po’ meno, visto il suo 33% in attacco con 7 punti nei due set giocati. Troppo basse le percentuali infatti in ricezione 39% con l'11% di palla perfetta e 4 ace subiti, contro il Warta che ha avuto Tavares sempre con la palla sulla testa per innescare anche i centrali e l'ottimo Kwolek. Onore quindi all’Aluron CMC Warta Zawiercie, che chiude con un doppio 3-0 la sfida contro Allianz Milano e ora si presenta da favorita per la fase finale della Cev Cup.  

ALLIANZ MILANO- ALURON CMC WARTA ZAWIERCIE 0-3 (22-25, 22-25, 22-25)
ALLIANZ MILANO: Porro 2, Reggers 7, Kaziyski 1, Ishikawa 7, Piano 3, Loser 4, Catania (L), Dirlic 10, Mergarejo 5, Zonta 1, Vitelli 1, Innocenzi, Colombo (L2). All. Roberto Piazza. 2° All. Nicola Daldello 

ALURON CMC WARTA ZAWIERCIE: Kwolek 17, Perry (L), Zniszczol 4, Gasior 5, Tavares Rodrigues, Clevenot 8, Kozlowski, Bieniek 5, Butryn 7, Schamlewski 3, Gregorowicz, Szalacha 3, Laba 6. All. Michal Winiarski. 2° All. Roberto Rotari


La dichiarazione del capitano, Matteo Piano al termine del match

“Sono stati bravi lo sapevamo è stata un’occasione persa. In alcuni momenti non siamo stati forse abbastanza altruisti. Sono state poche palle di differenza nei due set, forse ci si doveva mettere un po’ di più a servizio della squadra. Ci sono delle volte che va tutto bene, altre devi cercare di incrementare quel bicchiere che non è pieno come lo vorresti”.