Tra i protagonisti degli assoluti di atletica, 29 - 3 giugno, anche il cremonese Dario Dester.

L'atleta del CS Carabinieri, agli Europei di Roma, con il sesto posto, ha realizzato il nuovo primato italiano Assoluto del decathlon con 8235 punti, recuperando un gap di -178 dopo la prima giornata rispetto al proprio precedente record: l’allievo di Pietro Frittoli, all’inseguimento del sogno olimpico (è quattro posti più in basso rispetto all’ultima posizione utile per la qualificazione attraverso ranking) torna già però in pista solo 18 giorni dopo per un altro decathlon, quello dei Campionati Italiani Assoluti individuali e di staffette.

Nella prova multipla tricolore, già conquistata a livello outdoor per due volte da Dester, ci sarà anche Alessandro Arrius (OSA Saronno Libertas).

In chiave lombarda gli Assoluti numero 114 in campo maschile proporranno punte di altissimo livello nello sprint: pur con le assenze dei tre medagliati europei individuali (Marcell Jacobs, Chituru Ali e Filippo Tortu) l’atletica lombarda partirà in “pole position” perlomeno sui 200 metri con il bresciano Andrea Federici (Atl. Biotekna), appena sceso a 20.35 a Sestriere (Torino), e il casalasco Fausto Desalu (Fiamme Gialle) quinto a Roma, con Moussa Ndiaye (Atl. Pianura Bergamasca) quale outsider e la curiosità per la prova del primatista italiano Assoluto dei 400m Luca Sito (CUS Pro Patria Milano), alla caccia del PB sulla distanza (21.56).

Sui 100m, tanti i nomi come, Roberto Rigali (CS Carabinieri) e Eric Marek (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con il campione regionale Jim Folajin Fonseca (Cento Torri Pavia) in caccia di un’altra finale. Senza Sito saranno altri due vicecampioni d’Europa della 4x400 i favoriti sul giro di pista: il lodigiano Edoardo Scotti (CS Carabinieri), già tre volte vincitore del titolo, e il brianzolo Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), con Francesco Rossi (CUS Pro Patria Milano) che proverà a farsi largo in finale. L’atletica lombarda cercherà spazio sui podi tra le barriere: sui 110m ostacoli dietro Lorenzo Simonelli con il 18enne Matteo Togni (Bergamo Stars), appena arrivato con 13.73 alla MPI Juniores con la barriera da 106 centimetri, e l’esperto bresciano Hassane Fofana (Fiamme Oro), sui 400m ostacoli dietro Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle) con il campione in carica Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946).

MEZZOFONDO/MARCIA – Il bresciano Francesco Pernici (Fiamme Gialle), campione in carica indoor e autore lo scorso 21 giugno del primato stagionale a 1:45.26 (cinque giorni fa a Madrid), si giocherà il titolo degli 800m verosimilmente con Simone Barontini e Tommaso Maniscalco. Sui 1500m si muoverà Pietro Arese (Fiamme Gialle), in un contesto di gara che verificherà a condizione del duo del Gruppo Alpinistico Vertovese Alessandro Lotta-Sebastiano Parolini, in grande progresso. Più aperto il 5000m, con lo stesso Parolini ma anche Samuel Medolago (Atl. Valle Brembana), Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana) con il fratello Nadir Cavagna (Fiamme Azzurre), il bergamasco Ahmed Ouhda (CS Esercito) e il brianzolo Luca Alfieri (Atl. Casone Noceto) a potersi giocare un risultato importante. La marcia (10 km) in chiave lombarda attenderà soprattutto il cremonese Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle), sesto nella 20 km europea, ma da seguire sarà anche Gabriele Gamba (Atl. Riccardi Milano 1946).

CONCORSI – Due gli uomini da copertina, entrambi salde carte da podio: il bergamasco Emmanuel Ihemeje (CS Aeronautica), ancora in una top 8 importante agli Europei nel triplo, e lo junior milanese Matteo Sioli (Euroatletica 2002), salito fino a 2,21 in un salto in alto privo del campione di tutto Gianmarco Tamberi. Per un piazzamento importante si muoveranno il vincitore del Challenge nel lungo Leonardo Pini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), l’astista Federico Biancoli (Atl. Riccardi Milano 1946) e il pesista Emmanuel Musumary (CUS Pro Patria Milano).

STAFFETTE – Fari puntati sulla 4x400: CUS Pro Patria Milano e Pro Sesto Atletica Cernusco, in vetta agli ultimi tricolori outdoor e indoor, saranno ancora della partita per il titolo, i biancoblu nel ruolo di favoriti con il formidabile Luca Sito, Francesco Rossi, Andrea Panassidi e Andrea Bertolini, i biancazzurri comunque molto competitivo con Francesco Gargantini, Federico Incontri, Mattia Cella e Matteo Raimondi. Club lombardi “da corsa anche nella 4x100, in primis con l’Atletica Riccardi Milano 1946 campione in carica (Alessandro Malvezzi, Simone Tanzilli, Andrea Bernardi, Ruskin Molinari), con l’OSA Saronno Libertas (Felipe Carlo Bullani, Emanuele Trento, Edoardo Luraschi, Mattia Antonietti, tutti under 20 o under 23) e con l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter (Mattia Bona, Eric Marek, Samuele Rignanese, Davide Valetti).

Ph. Credit: Colombo/FIDAL