È arrivato il momento di rendere ufficiali le grandi novità del futuro blue navy. Dopo aver ottenuto l’invito a far parte della ELF, a partire dalla prossima stagione, i Seamen hanno compiuto il passo decisivo che li porterà a far parte della lega professionistica europea.

Al termine di un attento processo di verifica delle capacità manageriali, delle strutture tecniche, del personale atletico e, non ultima, della solidità finanziaria della società, la Milano blue navy ha aderito alla prossima ELF che nel 2023 la porterà a confrontarsi, unica franchigia italiana, con il meglio del football continentale, composto da squadre tedesche, austriache, spagnole, svizzere, polacche, ungheresi e turche.

Grazie all’approdo nella lega che ambisce a divenire la versione europea della NFL, il Vigorelli, recentemente rinnovato, diverrà uno dei principali impianti del torneo, facendo da cornice ad almeno sei delle dodici partite che avranno luogo a partire dal 3 giugno con la speranza e l’ambizione di poterne disputare ulteriori nella fase finale. L’obiettivo dichiarato, infatti, è di creare un roster che possa fin da subito essere competitivo.

La decisione di abbandonare la IFL, nella quale i Seamen hanno conquistato cinque tricolori su otto finali disputate negli ultimi anni, è stata presa per garantire ai propri atleti di giocare ai massimi livelli continentali, in un campionato a pieno titolo professionista, per offrire ai tifosi milanesi e italiani la possibilità di assistere dal vivo a partite di alto profilo tecnico e spettacolare.

L’ingresso in ELF non significherà, tuttavia, un’uscita totale dal football nostrano perché le squadre giovanili continueranno a essere impegnate nei campionati di categoria: under 21, under 18, under 15 e under 12 per i quali è già stata compiuta l’iscrizione. Anche coloro che non risulteranno pronti per il professionismo non saranno dimenticati. Per offrire l’opportunità di proseguire il proprio percorso, i Seamen hanno deciso di consolidare i rapporti con i Frogs, ai quali saranno destinati, nel prossimo campionato di prima divisione, tutti coloro che non troveranno spazio nel roster della ELF. Dal prossimo anno le storiche “Rane” disputeranno i loro incontri al Vigorelli, sotto l’attento e vigile sguardo degli scouter della squadra professionistica che potranno seguire in via continuativa i progressi dei giocatori. L’opportunità di mettersi in luce e scalare velocemente le gerarchie per approdare al professionismo, saranno un grande stimolo per tutti sia da un punto di vista di crescita tecnica che umana. Il ritorno dei Frogs sul massimo palcoscenico nazionale, rappresenta inoltre una grande novità che farà certamente piacere a tutti gli appassionati del nostro meraviglioso sport.