È stato annunciato l’accordo tra Comune di Milano eReckitt Benckiser Healthcare, con Durex Italia, che si prefigge di garantire un accesso sempre più esteso ad interventi di educazione affettiva e sessuale per i giovani studenti milanesi. 

L’accordo, che riguarderà anche la realizzazione della nuova edizione dell’Osservatorio “Giovani e Sessualità” sul territorio di Milano, rende ufficiale la collaborazione tra le parti nell’ambito del progetto “A Luci Accese”, e porterà Milano ad essere tra le prime città in Italia a prevedere, dall’anno scolastico 2024/2025, una proposta di corsi di educazione affettiva e sessuale nelle scuole superiori.

«Si tratta di un’iniziativa nella quale crediamo molto. Ringraziamo Reckitt e Durex, che hanno voluto mettere a disposizione della città e della comunità di Milano la loro esperienza e la loro conoscenza», ha dichiarato Martina Riva, Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano. «Sono particolarmente orgogliosa di questa collaborazione, che ci vedrà impegnati direttamente nelle scuole superiori che aderiranno, da oggi e per tutto il prossimo anno scolastico. Ritengo che la promozione di una corretta cultura dell'affettività e della sessualità tra i più giovani rappresenti oggi un tema che un'amministrazione pragmatica, concreta e al passo con i tempi non possa più permettersi di tralasciare. Peraltro, con questa iniziativa, compiamo un passo significativo verso gli standard già previsti a livello europeo e internazionale in materia», ha concluso.

Secondo il Report-GEM dell’UNESCO 2023, l'Italia è una delle sei nazioni europee che non hanno ancora implementato programmi formali e obbligatori di educazione affettiva e sessuale nelle scuole, insieme a Bulgaria, Cipro, Lituania, Polonia e Romania. Questa mancanza è evidenziata anche dall’Osservatorio annuale “Giovani e Sessualità” di Durex, condotto in collaborazione con Skuola.net, il quale mette in luce la scarsa consapevolezza delle scelte dei giovani in questo ambito.

L'Osservatorio, che coinvolge circa 15.000 giovani italiani tra gli 11 e i 24 anni, sottolinea la necessità di interventi mirati per colmare questa lacuna. I dati, analizzati anche a livello locale come a Milano, evidenziano un approccio alla sessualità e all'affettività spesso precoce e inconsapevole, basato su conoscenze errate e informazioni poco chiare, che possono portare a comportamenti a rischio per sé stessi e per gli altri.

A Milano e provincia, ad esempio, si registra che 1 giovane su 10 ha il primo rapporto sessuale prima dei 13 anni, mentre il 56,2% non utilizza sempre il preservativo. Inoltre, il 95,1% dei giovani milanesi intervistati manifesta il desiderio di avere un'educazione affettiva e sessuale come materia scolastica.

Paolo Zotti, Amministratore Delegato di Reckitt Benckiser Healthcare (Italia) Spa, ha sottolineato l'importanza della partnership con il Comune di Milano nel promuovere una sessualità libera, protetta e consapevole tra i giovani. Il programma "A Luci Accese", attivo nelle scuole superiori di Milano dal 2023, rappresenta un primo passo significativo nell'introduzione dell'educazione affettiva e sessuale nelle scuole italiane. Questo programma mira a fornire informazioni chiare e corrette sulla sfera dell'affettività e della sessualità, oltre a promuovere valori come il rispetto e il consenso nei rapporti. Laura Savarese, Direttrice Affari Regolatori e Relazioni Esterne di Reckitt Benckiser Healthcare (Italia) Spa, ha dichiarato che il team Durex è impegnato nell'ascoltare i giovani e nel proporre percorsi educazionali innovativi basati su dialogo aperto, materiali educativi e sportelli di ascolto. Questo impegno riflette la volontà di rispondere alle esigenze dei giovani e di collaborare con le istituzioni per promuovere un'educazione sessuale responsabile e inclusiva.