In occasione del primo anno della partnership biennale tra Fondazione Laureus Sport For Good Italia e il programma a favore delle comunità “Move Together” promosso da H&M Move, la calciatrice Nadia Nadim ha visitato a Milano una delle sedi dei progetti sostenuti dalla Fondazione. La visita, che ha avuto luogo il 31 maggio, sottolinea l’enorme potere dello sport come acceleratore di cambiamenti positivi, sia fisici che mentali e sociali.

Nadia Nadim, Brand Mover di Move Together, giocatrice del Milan ed ex rifugiata, un esempio sia dentro che fuori dal campo di calcio, ha visitato un progetto di Fondazione Laureus con sede a Milano, nel quartiere Corvetto per sottolineare l'importanza dello sport nel promuovere la coesione sociale e il coinvolgimento dei giovani più bisognosi. La sua visita fa parte del programma comunitario Move Together di H&M, che mira a ispirare le nuove generazioni attraverso l'impegno, la condivisione del suo percorso personale e la partecipazione a diverse attività volte ad aumentare la fiducia e l'energia collettiva. Il progetto di Fondazione Laureus a Milano utilizza lo sport come strumento di educazione e sviluppo, aiutando i giovani a superare le barriere personali e sociali.

Nadia Nadim, parla del potere di trasformazione dello sport: “È incredibilmente stimolante vedere come lo sport possa cambiare la mentalità dei giovani. Il lavoro svolto sin qui dalla Fondazione Laureus è fondamentale e sono onorata di farne parte grazie al programma Move Together. Spero che la mia visita possa incoraggiare questi fantastici ragazzi a inseguire i loro sogni e a credere in tutto il loro potenziale”.

Dopo un anno di partnership, H&M Move e Fondazione Laureus sono orgogliosi di condividere i primi risultati e le pietre miliari della loro collaborazione, attuata attraverso il programma a sostegno delle comunità H&M Move Together e il programma Sport For Good di Laureus:

·        Nel giugno dello scorso anno, il Brand Mover di H&M Move, Zlatan Ibrahimović, ha sorpreso i bambini che partecipavano al campo estivo tenutosi a Milano, unendosi attivamente alle loro attività. Zlatan, che è impegnato a dare un contributo personale alle comunità, condivide un legame profondo con la missione del programma.

·        Nell'estate del 2023, Laureus ha offerto a 300 ragazzi e ragazze l'opportunità di partecipare a centri estivi e di essere coinvolti in attività multisportive e creative (musicali e artistiche).

·        Nelle città di Napoli, Palermo e Roma, circa 450 bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni sono stati coinvolti in corsi sportivi extrascolastici che spaziavano dal calcio, al karate, alla pallavolo, alla pallacanestro, al ping pong, all'atletica e alla danza, con l'obiettivo di contrastare la povertà educativa.

·        Nella periferia di Milano, Laureus ha offerto corsi di educazione motoria inclusiva a circa 120 bambini e bambine di una scuola primaria, coinvolgendo nel progetto anche minori con disabilità.

·        Sempre a Milano, Laureus ha attivato il progetto Sport for Good nel quartiere Corvetto, coinvolgendo 40 ragazzi e ragazze in corsi di minibasket. Laureus ha seguito gli allenatori per sviluppare competenze emotive e relazionali fondamentali per i percorsi di crescita di questi bambini. Proprio questi bambini, il 31 maggio, hanno incontrato Nadia Nadim, campionessa di calcio e una delle voci più importanti nel comunicare i valori dello sport come opportunità di riscatto e crescita anche nelle situazioni più difficili.

Nell'ambito delle iniziative a sostegno della Fondazione Laureus, a partire da metà giugno i clienti di H&M in Italia potranno fare una donazione alla Fondazione attraverso una raccolta fondi. Le donazioni potranno essere effettuate al momento della conclusione di un acquisto online o nei punti vendita del brand. In alternativa, le donazioni potranno essere effettuate direttamente attraverso il sito web di Laureus (laureus.it).

Daria Braga, Direttore Generale della Fondazione Laureus: “Laureus è una realtà unica nel panorama italiano. Quello che contraddistingue il nostro intervento è la formazione di qualità che facciamo sugli allenatori, come figure strategiche perché i bambini ricevano quei valori e quelle competenze (il rispetto delle regole, lo spirito di gruppo, la gestione del successo e dei fallimenti, l’impegno e la preparazione ad una sana competizione) che possano portarli a sognare e credere in un futuro diverso. Chi ne beneficia non sono solo i destinatari diretti, ossia i bambini e le bambine che partecipano alle nostre iniziative, ma tutto il gruppo coinvolto nelle attività sportive e l’intera collettività. H&M ha scelto di sostenerci e di impegnarsi per dare visibilità a “Sport for Good” coinvolgendo i propri clienti. Siamo felici di poter fare questo percorso insieme”.

Diana Amini, Head of Move Together Program: “La nostra collaborazione con Fondazione Laureus nell'ultimo anno ha dimostrato l'enorme impatto che lo sport può avere sulle giovani vite e la visita di Nadia testimonia come lo sport possa creare un cambiamento positivo”. Siamo inoltre entusiasti di invitare i nostri clienti italiani a unirsi a noi per sostenere la missione di Laureus, contribuendo a un'attività di raccolta fondi, attraverso i canali di H&M o direttamente tramite Laureus”.