L'Olimpia Milano batte anche Reggio Emilia e resta a punteggio pieno in campionato

Olimpia Milano. FotoOlimpiaMilano

L'Olimpia Milano batte anche una mai doma Reggio Emilia 84-74 al Mediolanum Forum di Assago, restando in testa alla classifica di Serie A a punteggio pieno. Otto giornate, otto vittorie per la squadra di coach Ettore Messina, che ha 22 punti da Sergio Rodriguez e 20 da Gigi Datome. Da segnalare anche il 4/4 nelle triple di Troy Daniels. A Reggio Emilia non bastano i 21 punti di Hopkins ed i 16 di Olisevicius.

Olimpia Milano, partenza a rilento

Le prime emozioni arrivano dalla premiazione dell'ex capitano dell'Olimpia Andrea Cinciarini, tornato a Reggio Emilia dopo sei stagioni a Milano, costellate da nove trofei e una final-four di Eurolega lo scorso maggio. Cinciarini riceve una maglia speciale dalla società, dai tifosi una targa e tanti applausi. Dopo la palla a due scatta più veloce la Unahotels, che si trova a condurre 2-7 dopo una tripla di Candi. L'Olimpia Milano fa invece più fatica ad ingranare dalla lunga distanza. Gli ospiti, allenati da Attilio Caja, si ritrovano avanti addirittura 4-16 dopo due bombe di Hopkins e Johnson. Per la squadra di patron Giorgio Armani (in prima fila al Forum) suonano la carica Mitoglou e Rodriguez.

Parte il recupero dell'Olimpia Milano, ma Reggio non molla

Entrano per Messina anche Grant e Daniels. Quest'ultimo infila due triple di fila (17-21), ma un gioco da tre punti di Diouf permette a Reggio Emilia di chiudere il primo quarto avanti di 7. A inizio secondo periodo si stringono anche le maglie della difesa Olimpia e arriva il sorpasso dei padroni di casa. Protagonisti del frangente Datome (5 punti), Melli (2) e Mitoglou (2). L'AX Armani Exchange prova a scappar via (36-34), ma la Unahotels non molla e resta attaccata al match. Anche quando l'Olimpia va sul 45-37. Una tripla di Olisevicius (miglior realizzatore con 14 punti della prima metà gara insieme a Datome) ed il punteggio recita 45-43. Equilibrio sostanziale all'intervallo lungo, con Milano avanti 49-45.

Olimpia Milano, terzo quarto equilibrato

Polveri bagnate per entrambe le squadre nei primi minuti del terzo quarto. Per quasi metà del periodo l'Olimpia Milano va a segno solo con una tripla di Rodriguez, ma non è che Reggio Emilia faccia molto meglio. Una tripla di Datome dà la scossa ai suoi, seguita da un canestro da tre di Daniels e da due recuperi, concretizzati da una schiacciata di Grant e da un appoggio in contropiede di Mitoglou. L'Olimpia balza sul 62-53, ma non è l'allungo decisivo, perché Reggio piazza un parziale di 8-0 in proprio favore, senza però riuscire a mettere il naso avanti. Il terzo quarto si chiude sul 67-63: quindi totale equilibrio nel parziale.

Rodriguez propizia l'allungo decisivo dell'Olimpia

Inizia l'ultimo periodo con Olisevicius a bersaglio per Reggio Emilia. Hopkins ha poi i liberi del pareggio, ma sbaglia il secondo e l'Olimpia rimane avanti di 1 (67-66). A questo punto il Chacho Rodriguez decide che qualcosa deve accadere e segna 8 punti consecutivi con due triple. Un break rafforzato da un tiro pesante di Datome. Per Milano si apre un vantaggio di 10 lunghezze sul 78-68, che alla fine risulta decisivo, nonostante ancora Candi e Hopkins nell'ultimo minuto riportino gli emiliani a -6. Chiudono definitivamente i conti una stoppata di Shields su Candi e due liberi di Rodriguez, decisamente il migliore in campo.