Tie break fatale al PalaBanca, l’Allianz Powervolley Milano va ko

DSC_8109 Ph. Elena Finotto

Prima sconfitta per l’Allianz Powervolley Milano che perde 3-2 contro il Piacenza al PalaBanca nell’anticipo della terza giornata di Superlega. Una prova convincente per Milano, che riesce a tener testa a un roster di altissimo livello come quello di Piacenza, traghettandoli sino al tie break. Da menzionare il grande lavoro in seconda linea di Nicola Pesaresi e la buona prestazione di Jean Patry che segna a referto 14 punti.

Nel primo set si impone la Powervolley Milano

Nel primo set si impone la formazione meneghina sin dai primi scambi. Dopo il break del 4-6 a favore di Piano e compagni, l’ace di Porro firma il 4-8 sui piacentini costringendo coach Bernardi a chiamare time out. I ragazzi di coach Piazza prendono il largo con un parziale di 0-10 sulla compagine emiliana. La scia incontrastata della Powervolley Milano si interrompe con l’invasione di Ishikawa (5-14). Turnover per coach Bernardi che tenta con i cambi: Stern su Lagumdzija, Puyol su Brizard e Antonov su Recine. Si riprende sul finale di set Piacenza, ma il gap con la Powervolley Milano è grande. La compagine milanese chiude il parziale 16-25 con il muro di Jean Patry.

Parziale decisamente più equilibrato sin dai primi scambi. Arriva il break per Powervolley Milano sull’11-12, Piano e compagni conquistano il vantaggio sui piacentini. I padroni di casa non si staccano mai del tutto e agganciano l’Allianz Powervolley Milano a quota 17 giocando sulle mani alte di Milano. Il sestetto di Bernardi supera Milano e coach Piazza sfrutta il doppio cambio con Daldello-Romanò su Porro-Patry per rimanere attaccati al match. Il muro di Holt su Chinenyeze vale il 22-20 e costringe Piazza a giocarsi il time out. L’errore al servizio di Ishikawa consegna il set point a Piacenza che chiude il parziale 25-21 con il muro proprio sull’attacco da seconda linea del giapponese.

Il quarto parziale inizia con le proteste

L’inizio del terzo set si rivela fotocopia del secondo parziale: si gioca punto a punto. Milano con la grande prestazione a muro di capitan Piano si porta a +4 (9-13). L’Allianz Powervolley Milano, pur mantenendo il vantaggio, non riesce a scappare da Piacenza. La forbice tra le due formazioni si allarga nuovamente e Milano ritorna a +4 con la pipe di Ishikawa. Il muro di Holt su Ishikawa riporta sotto Piacenza 20-21, nel frattempo doppio cambio per Piazza. Ricuce dunque lo svantaggio la formazione di coach Bernardi con un altro muro di Piacenza su Ishikawa che riporta le squadre in parità a quota 22. L’errore di Jaeschke in attacco consegna il set, terminato ai vantaggi, al team piacentino per 26-24.

Il primo punto del quarto parziale diventa motivo di protesta per le formazioni in campo: contestata una palla di Ishikawa, a cui veniva richiesto il quarto tocco ma il punto va alla Powervolley Milano. Le proteste in campo si concludono con la decisione del primo arbitro di consegnare il cartellino rosso a coach Bernardi e a coach Piazza, facendo scivolare il punteggio dunque dallo 0-1 al 1-2. Milano comunque guadagna terreno e si porta a +4 da Piacenza (4-8), vantaggio che viene mantenuto per il resto del parziale.

Il muro di Mosca, entrato su Porro consente a Milano di allungare addirittura a +6 (15-21). Doppio cambio per Milano sul punteggio di 17-22. Chiudono i meneghini con il muro di Chinenyeze 25-20.

Kappaò al tie break per Milano

Si riparte dal tie break. I due ace firmati da Stern costringono coach Piazza a giocarsi subito il time out con i suoi ragazzi a -3 dai padroni di casa, che ingranano immediatamente la marcia rafforzando il distacco dalla compagine milanese. Il cambio campo arriva sull’8-2, coach Piazza prova a mettere in campo Romanò e Mosca su Patry e Chinenyeze per interrompere l’onda verde della Gas Sales. Di nuovo turno di battuta di Stern sul 12-5, chiude la partita Antonov 15-6. 

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA - ALLIANZ POWERVOLLEY 3-2

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lagumdzija 19, Recine 8, Holt 12, Brizard 4, Antonov 6, Rossard 12, Cester 3, Stern 4, Russell 1, Puyol 0, Caneschi 7, Catania 0, Scanferla(L);  Non entrati: Tondo

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Porro 4, Patry 14, Piano 7, Chinenyeze 11, Ishikawa 10, Jaeschke 10, Daldello 0, Pesaresi (L); Romanò 1, Maiocchi 0, Mosca 2. Non entrati: Staforini, Djokic

Arbitri: Luciani, Frapiccini
Durata set: 26’, 27’, 32’, 33’, 15’. Durata partita: 133’
Spettatori: 895 (impianto: Palabanca)
MVP: Maxwell Holt