Il primo obiettivo della stagione è stato raggiunto. Non senza difficoltà, i Seamen Milano hanno superato i Fehervar Enthroners con un punteggio di 19 a 14, pareggiando il loro record di vittorie e sconfitte e issandosi al terzo posto della central conference. Questo successo, il terzo nella regular season, rappresenta un miglioramento rispetto allo scorso anno, quando Milano riuscì a ottenere solo due vittorie in tutta la stagione.

La partita contro i magiari è stata più sofferta del previsto, soprattutto nel primo tempo. Dopo un field goal di Matteo Felli che ha portato i Seamen in vantaggio, i Fehervar Enthroners hanno reagito con un touchdown di Marton Czirok. Nonostante questa battuta d'arresto, i Seamen non hanno perso la bussola, affidandosi alla loro difesa per bloccare ulteriori tentativi avversari. Una spettacolare connessione aerea tra Zach Bronkhorst e Juan Flores Calderon ha permesso ai Seamen di recuperare il vantaggio, portandosi sul 9 a 7.

All'inizio del terzo quarto, Jocques Crawford, il nuovo runner della squadra, ha segnato un touchdown, ampliando il vantaggio a 16 a 7. La prestazione di Crawford è stata particolarmente apprezzata, segnando un significativo vantaggio per i Seamen. I punti decisivi sono arrivati all'inizio dell'ultimo quarto, quando Matteo Felli ha centrato i pali dalle 47 yarde, aumentando il divario a un confortante +12 per Milano.

L'ultimo touchdown della giornata, segnato da Nandi Toth per gli Enthroners a meno di un minuto dal termine, ha tenuto i tifosi dei Seamen in apprensione per un possibile onside kick, che però si è spento oltre la sideline, assicurando la vittoria ai milanesi.

Analizzando il match, è evidente l'ottima prestazione difensiva dei Seamen, il promettente esordio di Crawford al Vigorelli e la qualità dei ricevitori, tra cui spicca Juan Flores Calderon. Anche altri giocatori, come Niccolò Pulsinelli, hanno dato un contributo significativo. Da segnalare anche l'eccellente performance dello special team nei calci, con un ispirato Matteo Felli che ha piazzato sette punti decisivi per il risultato finale.

I Seamen possono ora guardare con fiducia al prosieguo della stagione, forti di una prestazione che ha mostrato solidità e capacità di reazione anche nelle situazioni più critiche.