Il Lago d’Iseo, la Valle Camonica e Ponte di Legno saranno di nuovo gli scenari mozzafiato che faranno da cornice al travolgente viaggio di 150 triatleti nella sfida estrema del triathlon full distance, The Stone 2024. Organizzato da TriO Events in collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Ponte di Legno e Comune di Sulzano, l'evento attirerà atleti da tutta Europa e oltre, pronti a sfidare i loro limiti su un percorso che supera i 6000 metri di dislivello lungo le fasi di nuoto, ciclismo e corsa. L'obiettivo finale è conquistare la leggendaria pietra degli StoneMen.

La gara inizierà il 29 giugno alle ore 4 del mattino con una nuotata di 3.8 km nel Lago d’Iseo, seguita da una faticosa pedalata di 175 km attraverso le provincie di Brescia e Sondrio. Il percorso in bici attraversa passi iconici come l'Aprica, il Mortirolo e il Gavia, prima di una corsa di 39 km sui sentieri sterrati dell’alta Valle Camonica.

La cerimonia di premiazione si terrà il 30 Giugno a Ponte di Legno, dove saranno celebrati tutti i finisher. I migliori atleti, uomo e donna, entreranno nell'albo d'oro dell'evento. Tra gli italiani che parteciperanno c'è anche Giulio Molinari, proveniente da Livigno e entusiasta di affrontare questa sfida prima del Norseman il 3 agosto. Molinari descrive il percorso di ciclismo come epico e duro, toccando strade leggendarie per il ciclismo come l'Aprica, il Mortirolo e il Gavia.

Dal 2021, The Stone è parte del circuito internazionale Extreme Triathlon Series, insieme ad altre gare estreme in tutto il mondo. I partecipanti che completano cinque di queste gare in tre anni entrano nell'élite Hall of Fame della serie. Per facilitare l'accesso a più atleti, è stato confermato il programma Approach to Stone, che include una gara di avvicinamento terminante al Passo del Tonale.

I dettagli delle frazioni includono una nuotata di 3.8 km dal Lago d’Iseo a Sulzano, seguita da una tappa ciclistica di 175 km con oltre 4100 metri di dislivello positivo, e infine una corsa di 39 km che culmina a 2600 metri di altitudine al Passo Paradiso. The Stone continua a rappresentare una delle sfide più epiche nel mondo del triathlon estremo, unendo paesaggi mozzafiato a una competizione intensa che testa le capacità fisiche e mentali di ogni partecipante.