Il prestigioso Trofeo Bonfiglio, che si tiene al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa, è un evento che da 63 edizioni vanta una storia ricca di campioni emergenti. Quest'anno, l'attenzione è rivolta a sei dei primi dieci giocatori under 18 del ranking mondiale, insieme a una serie di giovani talenti destinati a lasciare il segno nel mondo del tennis. Gli Internazionali d’Italia Juniores, considerati il quinto Slam nel calendario, sono un'opportunità per i migliori giovani giocatori di tutto il mondo.

A partire dal 18 maggio, il torneo milanese di categoria J500 ospiterà le qualificazioni maschili e femminili, con l'obiettivo di selezionare otto ragazzi e altrettante ragazze che si uniranno ai 128 partecipanti del main draw. Tra i partecipanti c'è il talentuoso 17enne Nicolai Budkov Kjaer, classificato al terzo posto nel ranking Junior ITF e già al numero 899 nell'ATP. Kjaer ha già dimostrato il suo valore vincendo il torneo M15 di Antalya in Turchia e raggiungendo la semifinale agli Australian Open Juniores.

Altri nomi da tenere d'occhio includono il rumeno di 18 anni Luca Preda e l'australiano di 17 anni Hayden Jones, entrambi tra i primi dieci nel ranking mondiale juniores. Nel torneo femminile, l'australiana Emerson Jones, 15 anni e numero 3 nel ranking ITF, è tra le favorite dopo essere stata finalista agli Australian Open Juniores. Oltre ai talenti internazionali, ci sono anche giovani promesse italiane pronte a farsi notare, come la 17enne Vittoria Paganetti, che ha recentemente impressionato al main draw degli Internazionali d'Italia.

Il Trofeo Bonfiglio non è solo un'occasione per vedere le future stelle del tennis, ma offre anche un'ampia copertura mediatica grazie a SuperTennis TV e SuperTenniX. Il sito ufficiale del torneo fornisce aggiornamenti in tempo reale, tabelloni, orari di gioco e molto altro, rendendo l'evento accessibile anche ai fan che non possono essere presenti di persona. Per chi desidera assistere al torneo dal vivo, il Tennis Club Milano Alberto Bonacossa è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici o in auto, offrendo ai tifosi l'opportunità di vivere da vicino l'emozione del tennis giovanile di alto livello.