Anche nell'undicesima edizione della Wings for Life World Run, la solidarietà ha trionfato. Questo evento di beneficenza, la più grande corsa al mondo, ha visto l'iscrizione di oltre 265 mila persone che hanno corso per coloro che non possono farlo, raccogliendo più di 8 milioni di euro destinati interamente alla ricerca scientifica per trovare una cura per le lesioni del midollo spinale.

Alle ore 13:00 italiane, la corsa è iniziata simultaneamente in tutto il mondo. In Italia, attraverso un'app dedicata, l'evento principale ha avuto luogo al MIND Milano Innovation District, trasformando il sito in un punto di energia, impegno e solidarietà. Diversi campioni dello sport hanno contribuito a questa nobile causa, tra cui la leggenda del basket Gigi Datome (in rappresentanza di EA7 Emporio Armani Olimpia Milano), la campionessa di biathlon Dorothea Wierer, i piloti Tony Arbolino e Filippo Farioli, la player Kurolily e ospiti speciali come Giulia Lamarca, Leonardo Lotto e Michel Roccati, le cui storie personali sottolineano il significato di questa iniziativa. In totale, 169 nazioni e 192 nazionalità hanno partecipato, con 7 Flagship Run e 345 App Run. Grandi campioni dello sport come Neymar Jr, Stefanos Tsitsipas, Lindsey Vonn e Marc Márquez hanno sostenuto l'evento.

Gigi Datome, ambasciatore della Wings for Life World Run, ha dichiarato: "Sono molto felice di contribuire a questa causa. Questa è una giornata speciale, un momento in cui fare sport, divertirsi e unirsi per una causa importante." Giulia Lamarca, ambasciatrice e motivatrice dei partecipanti, ha aggiunto: "È un'esperienza incredibile vedere così tante persone unite per trovare una cura per le lesioni spinali."

Tomoya Watanabe, il primo uomo a superare i 70 km nella competizione, e Dominika Stelmach, vincitrice della sua seconda Wings for Life World Run, sono stati gli ultimi a essere raggiunti dalla Catcher Car, il veicolo che elimina i partecipanti una volta superati. I due vincitori mondiali hanno percorso rispettivamente 70.09 km (record assoluto dell'evento) e 55.02 km.

Oltre 4 mila persone hanno partecipato alle diverse App Run organizzate in tutta Italia, correndo, camminando o usando la sedia a rotelle per raccogliere fondi per la ricerca. Michel Roccati, ambasciatore della Wings for Life World Run, ha condiviso la sua storia personale di recupero da una lesione midollare, dimostrando come questa corsa e il suo ricavato possano cambiare la vita delle persone colpite da lesioni spinali.

La Wings for Life World Run ha coinvolto complessivamente 265.818 persone, di cui 145.547 uomini e 120.271 donne, con una media di 11,5 km percorsi per partecipante, per una distanza totale equivalente a circa 50 volte la circonferenza del globo. Da quando è iniziata nel 2014, questa corsa ha raccolto più di 51,93 milioni di euro, finanziando 299 progetti di ricerca e studi clinici per trovare una cura per le lesioni del midollo spinale.

La 12ª edizione della Wings for Life World Run si terrà il 4 maggio 2025. Le iscrizioni sono già aperte per correre tramite l'app, mentre quelle per eventi specifici e Flagship Run apriranno il 6 novembre 2024. Per ulteriori informazioni e per registrarsi: www.wingsforlifeworldrun.com.