Tre giorni di gare e di festa. Questo il riassunto perfetto dell'ultima tappa di World Cup che ha avuto luogo all’Unipol Forum di Milano, sold out per la ginnastica ritmica azzurra. Protagoniste le Farfalle dell’Accademia Internazionale di Desio e Sofia Raffaeli. La squadra nazionale si impone con i 5 cerchi ottenendo un fantastico 38.350 che vale loro il titolo di specialità. Le aviere del Gruppo Sportivo di Vigna di Valle Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Daniela Mogurean e Laura Paris, insieme alla poliziotta Alessia Russo, staccano di un decimo e mezzo il Brasile, argento con 38.200 e di quasi mezzo punto la Cina, bronzo con 37.900. Le ragazze di Emanuela Maccarani, coadiuvata da Valentina Rovetta, Olga Tishina e Federica Bagnera, si devono invece accontentare della quinta posizione nel misto nastri e palle con il punteggio di 30.800 dietro al Brasile, ai piedi del podio della tappa meneghina con 31.850. Le Farfalle azzurre vincono, inoltre, il circuito internazionale ai 5 cerchi mentre la Francia quello ai nastri e palle.

La scena è stata poi per l'individualista Sofia Raffaeli che porta a casa altre tre medaglie (nel primo giorno argento all'all around): una d’oro e due d’argento.

La vice campionessa mondiale, allenata da Claudia Mancinelli alla Ginnastica Fabriano, fa risuonare l’Inno di Mameli nella finale con il nastro. La 20enne marchigiana, con il personale di 33.950 si mette alle spalle la sua attuale rivale mondiale Darja Varfolomeev (32.900) e l’ucraina Taisiia Onofriichuk (31.550). L’agente del gruppo sportivo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato si ferma invece sulla piazza d’onore nella prova alla palla - con il punteggio di 35.350 precedendo l’uzbeka Takhmina Ikromova (34.400) e dietro a Darja Varfolomeev (35.650) – e in quella con le clavette – finendo dietro alla tedesca Varfolomeev (35.450) e davanti l’ucraina Onofriichuk (34.900). La vice campionessa europea agli ultimi Campionati di Budapest, si aggiudica, infine, il primo posto nel circuito FIG 2024 alle clavette, dopo le tappe di Atene, Sofia, Baku, Tashkent e Milano, mentre al cerchio, palla e nastro si impone la tedesca Darja Varfolomeev, campionessa del mondo in carica.

Ph. Credit: Ferraro/ FIG