Allianz Vero Volley Milano sconfitta ma prima e ai quarti di Champions

Si è interrotta dopo sedici vittorie tra campionato e coppe la striscia positiva dell'Allianz Vero Volley Milano.

Si è interrotta dopo sedici vittorie tra campionato e coppe la striscia positiva dell'Allianz Vero Volley Milano, sconfitta al tie-break tra le mura amiche dalle bicampionesse d'Europa in carica del VakifBank Istanbul ma comunque qualificata da prima del girone A direttamente ai quarti di finale di Champions League. Le ragazze di coach Marco Gaspari, arrivate a punteggio pieno a quest'ultima giornata dopo aver vinto per 3-0 in casa delle turche, sono scese in campo sapendo che avrebbero avuto bisogno di 32 punti per la matematica certezza del primato e questo probabilmente le ha condizionate.

Nel primo set, si sono visti tanti errori in attacco, con le ospiti decise a portarsi a casa un successo comunque importante per morale e accoppiamenti sulla carta più agevoli. La squadra del Consorzio con le titolari in campo anche nel secondo parziale ha faticato, mentre l'ex Jordan Thompson e la brasiliana Gabi hanno continuato a spingere. Una schiacciata di Dana Rettke per il 12-15 ha comunque dato la matematica certezza della qualificazione diretta, senza passare dai playoff, che invece vedranno protagoniste le turche.

Da lì in poi si è giocato quindi per onor di firma, per la gioia dei 4647 spettatori (tra cui Paolo Maldini) accorsi all'Allianz Cloud: Milano, visibilmente sollevata, ha iniziato a giocare come sa, con Paola Egonu da ex come al solito top scorer. Al resto hanno pensato i muri di Sylla, Heyrman e Sonia Candi che hanno mandato tutti al tie-break, dove però le ragazze di Giovanni Guidetti si sono ritrovate. ALLIANZ VERO VOLLEY MILANO-VAKIFBANK ISTANBUL  2-3 (20-25, 17-25, 25-22, 25-18, 12-15)