Europei femminili, sold out a Monza per l'esordio dell'Italia

La nazionale azzurra ha fatto il suo esordio nell'impianto lombardo nel corso della Pool B dei Campionati Europei di pallavolo femminile 2023.

È arrivato il grande giorno dell'Italia all'Arena di Monza: la nazionale azzurra ha fatto il suo esordio nell'impianto lombardo nel corso della Pool B dei Campionati Europei di pallavolo femminile 2023, e davanti ai 3900 spettatori presenti (tutto esaurito) ha fatto nuovamente il pieno di punti battendo la Svizzera per 3-0. Successo anche per la Bosnia Erzegovina nel primo incontro della giornata, una lunga battaglia chiusa al tie break che spinge la Croazia a un passo dall'eliminazione. Oggi le ultime due gare, tra cui l'attesa sfida Italia-Bulgaria alle 21.15, concluderanno la tappa monzese del girone, che successivamente proseguirà a Torino. Straordinario, intanto, lo spettacolo offerto dal pubblico dell'Arena, che anche per la giornata di sabato farà registrare il sold out.

Le azzurre, partite con la stessa formazione di Verona, dopo un inizio punto a punto trovano il primo break importante per il 10-5. Il doppio cambio con Bosio ed Egonu mette in difficoltà la Svizzera e proprio sul servizio dell'opposta arriva un lunghissimo parziale favorevole all'Italia (dal 14-11 al 21-11). Il set si chiude sul 25-14 con un punto di Marina Lubian, che oggi festeggia la sua presenza numero 100 in nazionale. La Svizzera è determinata in apertura di secondo set (7-7), ma alla distanza le azzurre prendono quota (11-8, 15-11) fino a volare sul 20-13 con Pietrini e Lubian. Chiusura affidata al muro di Danesi (25-19). Anche il terzo parziale si apre con un break azzurro sul servizio di Antropova (8-5); le elvetiche non vogliono mollare (10-9), ma il turno di battuta di Pietrini scava il solco definitivo (16-10). Un ace di Antropova porta l'Italia sul 21-12 e Sylla, sempre dai nove metri, regala alla squadra di Mazzanti la seconda vittoria nella pool (25-13). Ekaterina Antropova chiude con 16 punti e un sontuoso 61% di efficacia; in doppia cifra anche Elena Pietrini (13), Myriam Sylla (12) e una super Lubian. Per le azzurre anche 13 ace di squadra, di cui tre a testa per Antropova e Sylla.

Ekaterina Antropova (Italia): "Non esistono partite facili o difficili, tutte vanno affrontate nel miglior modo possibile e servono per mantenere il nostro ritmo e per continuare a lavorare; ci divertiamo tantissimo, spero si veda anche da fuori e speriamo di aver fatto vedere una bella pallavolo a questo pubblico".

Lauren Bertolacci (CT Svizzera): "L'Italia non ci ha reso la vita facile, ha giocato una pallavolo molto bella e molto pulita. Il loro servizio è stato eccellente e abbiamo avuto molti problemi in ricezione. Quello che possiamo migliorare è la conversione in attacco dei nostri tocchi difensivi. Se domani cancelleremo questa partita e ripartiremo da zero potremo avere più opportunità contro la Romania. Dobbiamo avere una mentalità più aggressiva in attacco, come abbiamo fatto all'inizio del terzo set contro l'Italia, e non farci sfuggire il match quando commettiamo un errore".

Italia-Svizzera 3-0 (25-14, 25-19, 25-13)
Italia: Lubian 12, Orro 1, Pietrini 13, Danesi 8, Antropova 16, Sylla 10, Fersino (L), Bosio, Egonu 5, Squarcini, Degradi. N.e.: Nwakalor S., Omoruyi, Parrocchiale (L). All.: Mazzanti.
Svizzera: Sulser 3, Storck 6, Lengweiler 4, Matter 1, Wassner, Kunzler L. 10, Mottis (L), Eichler, Petitat, Pierret 2, De Micheli. N.e.: Mico, Kunzler J., Engel (L). All.: Bertolacci.
Arbitri: Roglic (Serbia) e Geldof (Olanda),
Note: Spettatori 4500. Durata set: 25', 26', 23' per un totale di 1 ora e 14 minuti di gioco. Italia: battute sbagliate 11, ace 13, ricezione positiva 59% (perfetta 41%), attacco 58%, muri 7, errori 20. Svizzera: battute sbagliate 6, ace 2, ricezione positiva 29% (perfetta 16%), attacco 34%, muri 1, errori 10.