MINT Vero Volley Monza imbattibile in trasferta, è in vetta alla classifica

Terza vittoria in altrettante partite in trasferta per la MINT Vero Volley Monza che, sul campo della Rana Verona, combatte e vince per 1-3.

Terza vittoria in altrettante partite in trasferta per la MINT Vero Volley Monza che, sul campo della Rana Verona, combatte e vince per 1-3 (20-25; 25-23; 22-25; 20-25). I ragazzi di Massimo Eccheli tirano fuori tutto il coraggio e la grinta nel terzo set quando, sotto di sei lunghezze, trovano una serie positiva in battuta con Maar, che permette di ribaltare il set e ottenere l’energie mentali per vincere e regalarsi qualche giorno da capolista solitaria. Il coach milanese propone il sestetto consueto con Kreling-Szwarc in diagonale palleggiatore-opposto, Takahashi-Maar coppia di schiacciatori, Galassi e Di Martino centrali con Gaggini libero.

Dopo un errore per parte delle due formazioni, è Di Martino a firmare il primo punto del match con uno splendido ace. Squadre che giocano a viso aperto, rispondendo colpo su colpo: ottimo primo tempo di Galassi sul 4-5. Monza si porta avanti, grazie a due super attacchi della coppia canadese Szwarc-Maar 7-8. La MINT Vero Volley riceve bene e attacca benissimo, grazie alla saggia regia di Cachopa, ma Verona è un osso duro con Jovovic a imbeccare le offensive avversarie. I brianzoli riescono a costruire un mini break di tre punti (monster block di Takahashi e super attacco centrale di Di Martino): Stoytchev ferma il gioco chiamando time-out. Sospensione che non sposta l’inerzia, con Monza strepitosa a muro grazie a Maar per portarsi sul 17-20. Doppio cambio per coach Eccheli, dentro Visic e Beretta. Due eccellenti chiamate al videocheck mandano avanti 19-23. Szwarc murato, 20-23 e primo time-out Eccheli che manda la nave in porto: finale 20-25.

Secondo gioco sulla falsa riga del primo, con nessuna delle due squadre ad allungare con passo deciso nella prima fase. Il muro brianzolo, almeno all’inizio, è leggermente meno efficace e Verona ne approfitta per portarsi sul 7-5. Ma è la difesa la pietra angolare della costruzione della MINT Vero Volley, che ritrova il fondamentale prediletto con due ottimi muri di Takahashi e Szwarc (pazzesco il canadese con una mani sola), impattando il match ed effettuando il sorpasso grazie all’ennesimo muro di Di Martino. Verona gioca bene e ribalta nuovamente, non riuscendo però a staccarsi grazie a Takahashi sul 16-15. Si continua fino al 19-18, ma il gioco viene interrotto dalla sospensione voluta da coach Stoytchev. Il set è tesissimo, scambi continui e giocate per cuori forti con i veneti avanti 24-21. Eccheli si gioca la carta time-out e rianima i suoi ragazzi che tornano sotto 24-23. Takahashi, in battuta, manda in rete il pallone: 1-1.

Terzo gioco vibrante di emozioni, in cui l’equilibrio continua a regnare sovrano. Il videocheck per un tocco a muro di Galassi porta Verona sul 6-5, ma Dzavoronok sbaglia la battuta successiva. Veneti sul 9-7 e time-out Eccheli: scelta che non paga per i brianzoli, giù di tono in questo set. Entra Loeppky per dare fiato a Szwarc ma il divario continua ad allargarsi fino a -5 (12-7). Takahashi ferma l’emorragia con una splendida schiacciata, ma Grozdanov impone la legge dell’ex con un mani-out sul muro di Di Martino. 15-10 grazie a Maar che vola altissimo a schiacciare sopra la difesa veneta. E’ la scintilla che appicca il fuoco: parziale di 1-4 e time-out Verona. Maar ottimo in battuta segna un ace pesantissimo che riapre tutto 16-15 e, subito dopo, Galassi svetta oltre le nuvole e mette a terra il pareggio. Primo vantaggio monzese 18-19 e super muro di Loeppky per il 18-20. La sospensione chiamata dagli scaligeri, nel momento più difficile, regala loro il pareggio. Ma Monza è una squadra di uomini veri e non si scoraggia, trovando un altro break di tre punti con un ace di Takahashi. I centrali si prendono la scena: Di Martino attacca per il 21-24 e Galassi conclude la magistrale rimonta.

Quarto set che inizia nel segno di Loeppky, protagonista nei primi tre punti brianzoli e di un ottimo recupero che dà il là alla schiacciata di Ran del 3-4. Una serie di battute sbagliate, da entrambe le parti, porta all’8-8, con i due team che iniziano ad accusare la stanchezza della battaglia. Sono infatti gli errori in battuta i protagonisti di questa fase di gioco, che si protrae fino al 12-12. Loeppky-Takahashi sono immarcabili in questa frazione, specialmente con il canadese micidiale in attacco e preciso nelle scelte difensive: 15-17. MINT Vero Volley Monza a trazione canadese: Loeppky ed ace di Maar mandano gli ospiti sul 18-20 e sospensione chiamata da Stoytchev. Takahashi muro da applausi che permette di allungare sul +3, risposta Verona ma è sempre Loeppky a mettere per terra il pallone giusto per il 19-22. Esameilnezhad manda in rete il 19-23 che sa di resa e porta al 20-25 finale.

MVP del match il giapponese Ran Takahashi, autore di 21 punti e di tante belle azioni sia in attacco che in difesa con 4 muri. Da segnalare il grande impatto dalla panchina di Loeppky 11 punti finali; 18 punti per Maar. Prossimo incontro della MINT Vero Volley Monza domenica 12 novembre, alle ore 17.00, all’Opiquad Arena contro Taranto.

Gianluca Galassi (MINT Vero Volley Monza): “Una partita di grande pazienza contro una squadra che lotta tanto. Siamo stati bravi a sfruttare al meglio le chance che abbiamo avuto per girare la partita. Il primo set è andato molto bene ma, nel secondo e nella prima metà del terzo set, siamo stati veramente in difficoltà come lo siamo stati solamente con Perugia in questa stagione. Ci sono delle situazioni in cui dobbiamo migliorare e lo sappiamo: dobbiamo fare ancora meglio, perché vogliamo arrivare più in alto possibile”.