Nikolaj Memola, trionfo nella tappa di Riga del Junior Grand Prix

Festa azzurra a Riga, dove si è chiusa la terza tappa di ISU Junior Grand Prix. Nel terzo appuntamento del circuito internazionale di categoria, Nikolaj Memola, già leader della gara maschile dopo il corto di giovedì, ha dominato anche il secondo segmento di gara chiudendo sul primo gradino del podio grazie a un punteggio complessivo di 225.76 punti.

Risultato storico per l’Italia con il 18enne monzese che diventa così il terzo pattinatore tricolore di sempre a vincere una tappa dello Junior Grand Prix nell’individuale maschile dopo Daniel Grassl e Matteo Rizzo. Il campione italiano junior si è però superato divenendo anche il primo e unico a riuscire a imporsi in una gara fuori dai confini nazionali.

Nel libero Memola ha siglato un altro personal best a quota 142.72 punti rialzando nettamente ogni primato e portando sul ghiaccio la bellezza di due doppi axel e otto salti tripli, elementi che gli hanno permesso di confermarsi il migliore in lizza sotto il profilo tecnico. E l’allievo di Olga Romanova ha anche colpito per la sua maturità artistica, nettamente superiore agli altri concorrenti in gara. A completare il podio, a più di 25 lunghezze di distanza, il giapponese Nakata (200.17), secondo, mentre il kazako Bralin (199.38) ha conquistato la terza posizione.

Pressoché certa la qualificazione alla finale del circuito in programma dall’8 all’11 dicembre al Palavela di Torino, anche grazie al secondo posto ottenuto la scorsa settimana a Ostrava. Solo la circostanza in cui 6 pattinatori centrassero le medesime posizioni di Memola totalizzando un punteggio superiore a 439.87 punti potrebbe infatti estrometterlo dall’ultimo atto del circuito. Complesso possa accadere.

Sono contentissimo di aver raggiunto questo traguardo e soprattutto sono molto soddisfatto di esserci riuscito subito dopo Ostrava – racconta Memola dopo la vittoria -. Sono consapevole che ci siano moltissimi miglioramenti da fare e che la strada è ancora lunghissima ma adesso voglio godermi il momento! Molto probabilmente andrò in finale e questo è l’importante: cercherò di dare il massimo sul ghiaccio di casa“.

Nona posizione invece per gli altri azzurri in gara, vale a dire la coppia di danza formata da Giorgia Galimberti e Matteo Libasse Mandelli (H.C. Diavoli Rossoneri), che hanno chiuso in top ten con 123.94 punti.