Vero Volley Monza, vittoria a Perugia e qualificazione in Challenge Cup

I ragazzi di Eccheli chiudono i playoff per il quinto posto con un'incredibile successo al tie-break in casa dei dominatori della regular season.

Perugia-Monza, ecco la partita che può decidere il destino di una stagione. Chi vince festeggia e si qualifica per la prossima edizione della Challenge Cup, terza manifestazione continentale, obiettivo europeo di entrambe le squadre in campo in questa ultima sfida di post-season. Il match inizia con Kreling-Grozer, Maar-Davyskiba, Beretta-Galassi (Federici libero) per Monza e Giannelli-Rychlicky, Leon-Semeniuk, Flavio-Russo (libero Colaci) per Perugia.

I padroni di casa accelerano subito (2-0, 4-1, 6-1), gli ospiti si riavvicinano a -2: 7-5. La rincorsa della Vero Volley porta al -1 sul 21-20, ma il finale sorride ai locali che chiudono la prima frazione sul 25-21. Il ritmo del match cambia nel secondo parziale, con gli ospiti protagonisti di una progressione inarrestabile: 0-5, 4-10, 7-14, 8-16, 9-18, fino al massimo vantaggio di +10 sul 14-24. Beretta mette il sigillo sul parziale e sulla parità 1-1 nel conto dei set: 15-25.

Nella terza frazione Perugia si ritrova e cerca di scappare fin da subito: 5-2. Monza risponde (10-9), ma, è la Sir Safety ad allungare e trovare un vantaggio che alla fine risulta incolmabile per gli ospiti: 13-10, 15-11 e 20-14. Il tabellone recita 25-19 e 2-1. La Vero Volley nel quarto parziale è costretta a inseguire, e i padroni di casa salgono più volte fino al +3, fino al 23-20. Sul finale, però, tutto si ribalta, con la squadra di Eccheli che trova la parità (a 23), poi, chiude al secondo set point per un 24-26 che vale il tie-break.

Tutto si decide in un solo set, al 15. Adesso si gioca ad altissimo livello e anche la tensione sale, con la parità che regna fino al 3-5. Il cambio di campo arriva con la Vero Volley davanti di 4: è 4-8. Sul 10-13 Grozer e Kreling si scontrano e l’opposto tedesco della Vero Volley è costretto ad uscire. Arriva il 10-14: Maar va al servizio, e il match lo chiude capitan Beretta, rientrato per alzare il muro, che mette la parola fine alla sfida e alla stagione. I ragazzi della Vero Volley sono solo da applaudire, con un’altra stagione da protagonisti in SuperLega che si è conclusa con una grande vittoria e la qualificazione alla Challenge Cup per il team che poco più di un anno fa già sollevava sotto il cielo dell’Europa la Cev Cup.

Massimo Eccheli (coach Vero Volley Monza): “Per la nostra società rientrare in Europa era un obiettivo importante, che ci siamo dati fin dall’inizio della stagione. Nel primo set abbiamo fatto fatica a entrare in partita, poi, dal secondo parziale ci siamo liberati un po’, abbiamo capito che potevamo reggere il match. In campo avevamo il giusto atteggiamento e alla fine è andata bene. Nel corso della stagione abbiamo trovato la forza e gli equilibri per rispondere anche agli infortuni che hanno un po’ condizionato il nostro percorso, chiudendo molto bene il girone di ritorno. Abbiamo sempre lavorato seriamente e ci siamo presentati a questi playoff per la qualificazione alla Challenge Cup in maniera adeguata“.

Thomas Beretta (centrale Vero Volley Monza): “Siamo contenti, ci tenevamo molto: la Challenge per noi è una grande possibilità ed era un nostro obiettivo. Abbiamo giocato questa partita molto liberi, spensierati. E’ stata una stagione un po’ strana. All’inizio eravamo molto carichi, poi, si è fatto subito male Kreling e siamo passati dalle stelle alle stalle in un secondo, almeno moralmente. Per noi è stato un anno un po’ a inseguimento, con tanti alti e bassi. Adesso il bilancio è sicuramente positivo, avremmo potuto fare meglio durante la regular season ma abbiamo dovuto imparare a gestire anche gli infortuni e abbiamo reagito nel migliore dei modi anche grazie a chi, come Zimmermann, ci ha dato un grande aiuto nel bisogno”.